Roseto, parcheggi riservati agli amministratori da eliminare: la richiesta di Casa Civica

Roseto. L’improvvisa chiusura del parcheggio vicino le scuole d’Annunzio, che ha eliminato da un giorno all’altro ben 90 parcheggi liberi al centro della città, per Casa Civica rende più doverosa una nuova regolamentazione della sosta nel parcheggio di Piazza della Repubblica.

 

“L’amministrazione non e’ stata in grado di dialogare con quel privato cittadino che, legittimamente, ha impedito l’accesso al suo terreno da un giorno all’altro, dimostri almeno il buon senso e la sensibilità di rivedere gli stalli nel parcheggio comunale sottostante la piazza”, è il commento del consigliere comunale Angelo Marcone.

“Torniamo a chiedere al Sindaco di mettere finalmente uno stop a quella prassi illegittima e odiosa di riservare stalli ai mezzi comunali e ai mezzi della giunta, perché, come chiarito dallo stesso Sindaco in risposta ad una interrogazione di Casa Civica lo scorso ottobre, non esiste alcuna norma di legge che permette di riservare dei posteggi in un parcheggio aperto al pubblico per i mezzi propri di assessori, sindaco o mezzi comunali”

Per Casa Civica “da ottobre ad oggi, tuttavia, nessun cambiamento è stato adottato e oggi tanti cittadini rosetani e tanti visitatori sono costretti a girare a vuoto più e più volte in città nella speranza di parcheggiare la propria auto senza dover pagare”.

Casa Civica chiede, inoltre, “una doverosa revisione del regolamento della sosta nella piazza del municipio, rendendola gratuita, magari con disco orario, in modo tale che venga quantomeno attenuato il disagio per la mancanza del parcheggio vicino le scuole d’Annunzio ormai chiuso ai cittadini”.