Roseto, mozione per vietare gli spettacoli circensi con animali

I consiglieri Simone Aloisi, Marco Angelini, Saverio Marini e Massimo Felicioni, certi di interpretare la sensibilità di molti rosetani, hanno deciso di presentare una risoluzione al prossimo consiglio comunale utile, finalizzata a vietare spettacoli circensi che utilizzano animali selvatici ed esotici a Roseto.

Il divieto, a giudizio dei consiglieri, va esteso anche a fiere, mostre e altre manifestazioni di intrattenimento. “Premesso che ormai da anni diversi circhi giungono a Roseto, in tante comunità cittadine si sta iniziando a vietare l’uso degli animali selvatici ed esotici negli spettacoli circensi. Il Circo – si legge nella risoluzione – pur facendo parte del ‘folclore’ , può proseguire la sua storia e i suoi spettacoli, con circensi (acrobati, giocolieri, clown) senza l’utilizzo di animali selvatici ed esotici, che sono stati portati via dal loro habitat naturale e dal loro paesaggio, e obbligatoriamente e forzatamente addomesticati. La ‘Dichiarazione Universale dei Diritti dell’Animale’, sottoscritta il 15 ottobre 1978 presso la sede dell’Unesco a Parigi, avente lo scopo di fornire un codice etico per sancire i diritti che spettano ad ogni animale, stabilisce che ogni animale ha dei diritti e che il disconoscimento e il disprezzo di questi diritti hanno portato e continuano a portare l’uomo a commettere crimini contro la natura e contro gli animali”.

“Molte amministrazioni comunali italiane – aggiungono i 4 consiglieri – hanno già approvato apposito regolamento per le attività di spettacolo viaggiante, disponendo che nel territorio comunale non siano più accolti spettacoli di intrattenimento pubblico o privato con uso di animali di specie selvatiche ed esotiche individuate dalla Commissione Scientifica CITES, la Commissione Scientifica presieduta dal Ministro dell’Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare che ha la finalità di applicare la Convenzione di Washington sul commercio internazionale di specie animali e vegetali in via di estinzione”.

“Alla luce di queste considerazioni, i consiglieri chiederanno al Consiglio di bandire e impedire spettacoli circensi che utilizzano gli animali in questione, di prevedere sanzioni amministrative specifiche e di emettere apposita ordinanza”, concludono Aloisi, Angelini, Marini e Felicioni.