Pineto, Fratelli d’Italia: “Si attivi sportello per assistenza vaccino Covid”

Pineto. Il circolo di Fratelli d’Italia Pineto, dopo aver criticato il primo cittadino per non aver organizzato uno screening tra gli studenti, propone all’amministrazione comunale alcuni suggerimenti per affrontare in maniera più efficace la situazione di emergenza da Covid19, in prospettiva di una possibile nuova ondata di contagi e dell’intensificazione della campagna vaccinale su tutto il territorio.

“Purtroppo a nessuno è sfuggito che l’amministrazione, con il mancato screening preventivo alla riapertura delle scuole, ha colpevolmente trascurato le categorie degli studenti e degli operatori del settore scolastico. Oggi, considerata l’urgenza ed il pericolo in cui ci troviamo, è auspicabile che anche gli errori possano servire e, finalmente, l’amministrazione accetti un maggior dialogo con le opposizioni, magari partendo dalle necessità più urgenti e necessarie per il bene della comunità pinetese”, scrive il circolo di Fratelli d’Italia Pineto in una nota. “La Regione Abruzzo ha disposto, a partire dal 18 Gennaio, l’apertura di una piattaforma per raccogliere le prenotazioni da parte dei soggetti che, in questa fase, saranno sottoposti al trattamento vaccinale: ultraottantenni e portatori di disabilità. È chiaro che per rendere più efficace l’azione, sarà fondamentale semplificare le operazioni di prenotazione”.

“A tal proposito riteniamo fondamentale che l’amministrazione, contrariamente a quanto accaduto in passato, assuma proprie iniziative volte alla prevenzione e salvaguardia della salute dei cittadini”, afferma Pio Ruggiero, coordinatore locale di Fratelli d’Italia Pineto che prosegue: “nell’interesse esclusivo dei pinetesi, invitiamo il sindaco e l’intera amministrazione a prendere in considerazione la nostra proposta di attivare, nel territorio comunale, sportelli che siano adibiti ad assistere tutti i cittadini appartenenti alle categorie interessate (ultraottantenni e disabili) per la registrazione della prenotazione alla vaccinazione che si terrà prossimamente. Si tratta di una iniziativa già in atto in alcuni comuni limitrofi che, a nostro modo di vedere, può essere di grande aiuto sia per i cittadini sia per le strutture che dovranno svolgere le operazioni di inoculazione”.

“Ci auguriamo che, questa volta, si prenda spunto dai nostri suggerimenti in quanto, in questo caso, si parla di soggetti fortemente a rischio che necessitano assolutamente del vaccino. L’amministrazione – conclude la nota – ha il dovere di coadiuvare ed assistere tutti i cittadini che, nei prossimi giorni, verranno sottoposti a vaccinazione”.