Montorio: le proposte di Impegno Comune a tutela delle categorie in difficoltà

Montorio. Il gruppo consigliare “Impegno Comune”, che vede sui banchi dell’opposizione i consiglieri Alessandro Di Giambattista e Alessia Nori, ha chiesto al Sindaco Fabio Altitonante un report sulle situazioni di disagio sociale sul territorio proponendo al primo cittadino degli interventi da attuare.

“Il nostro territorio, già segnato dalla crisi economica specifica che ha caratterizzato l’ultimo decennio”, si legge nel testo integrale della richiesta, “rischia, a causa delle prescrizioni lavorative in ambito Covid – 19, di subire un trauma irreversibile in senso economico e sociale”.

“Il riferimento, in particolare, è alle seguenti categorie:

– Attività commerciali e produttive caratterizzate da calo di fatturato o sospensione dell’attività, causa prescrizioni restrittive Covid – 19 di ordine governativo o regionale ( in particolare ord. Regione Abruzzi 102/2020 istitutiva della cd. “zona rossa” ), che, nelle more dei sostegni previsti dai cd. “Decreti Ristori” ( D.L. 137/2020 e 149/2020 ), siano vittime di crisi di liquidità;
– Lavoratori dipendenti privati che, causa prescrizioni restrittive Covid – 19 di ordine governativo o regionale ( in particolare ord. Regione Abruzzi 102/2020 istitutiva della cd. “zona rossa” ) che si trovino in CIG e che, nelle more dei sostegni previsti dai cd. “Decreti Ristori”, siano vittime di crisi di liquidità;
– Cittadini che, per qualsiasi motivo connesso alle prescrizioni restrittive Covid – 19, si
trovino in difficoltà finanziarie e siano vittime di crisi di liquidità;
con riferimento a tutte queste categorie, veniamo a chiederVi quali tipologie di intervento specifico siano state elaborate, da parte dell’ente comune, al fine di sostenere in maniera diretta i cittadini in difficoltà”.

“In tal senso, ci permettiamo di suggerire i seguenti interventi che, in modo specifico, andrebbero a sostenere direttamente le categorie sopra indicate:

– creazione di un fondo per l’erogazione di “buoni spesa comunali” da distribuire, secondo criteri oggettivi predeterminati, ai cittadini in crisi di liquidità;
– creazione di un “fondo locazione” che, in percentuale, vada a compensare tutti quei locatori di immobili commerciali che siano disponibili a rimodulare il canone di locazione in favore delle attività commerciali e produttive;
– pubblicizzazione del fondo “Un solo cuore che batte” che, in questa particolare circostanza potrebbe rappresentare uno strumento perequativo attraverso il quale le classi più abbienti sostengono la realizzazione degli interventi indicati;
– pubblicizzazione dell’attribuzione del 5 per mille al Comune di Montorio al Vomano che, in questa particolare circostanza potrebbe rappresentare uno strumento perequativo attraverso il quale le classi più abbienti sostengono la realizzazione degli interventi indicati”.

“Ribadiamo, infine, con spirito costruttivo, la nostra totale disponibilità che permetta a maggioranza consiliare e opposizione di discutere e progettare questi interventi, nel superiore ed esclusivo interesse della cittadinanza”, conclude il documento.