L’Assessore Verdecchia in risposta al Cittadino Governante: “il Bilancio si fa con numeri e risorse certe, non con slogan ad effetto”

Giulianova: la risposta dell’Assessore al Bilancio Katia Verdecchia al comunicato inviato questa mattina dal gruppo politico “Il Cittadino Governante”.

“Il bilancio si fa con numeri e risorse certe, non con slogan ad effetto. Per noi i bisogni dei cittadini sono al primo posto – dichiara l’Assessore Verdecchia – sono sempre attenta a cogliere i contributi costruttivi di tutte le forze consiliari, inclusi quelli del Cittadino Governante.”

Devo però purtroppo rilevare che, in questo caso, siamo pienamente nel campo degli slogan ad effetto e della “pubblicità progresso”.La stella polare di questa Amministrazione è sempre stata quella di andare incontro ai bisogni dei cittadini e delle attività produttive, soprattutto in questo momento straordinario determinato dall’emergenza Coronavirus, prorogando le scadenze dei pagamenti, attivando prontamente gli aiuti per le famiglie in difficoltà e studiando tutte le possibilità in ordine alla riduzione delle tasse locali e ai rimborsi per i servizi”.

“Proprio su questi aspetti si è incentrata e intensificata la nostra attività negli ultimi mesi – continua l’Assessore – poi è necessario fare un momento di chiarezza di fronte ad alcuni macroscopici errori, perché i numeri non si possono tirare fuori dal cilindro: 1) L’avanzo di amministrazione non è di 1 milione e 300 mila euro, come erroneamente indicato dal Cittadino Governante, ma ammonta a 680mila euro l’avanzo da poter utilizzare e, anche in questo caso, stiamo valutando tutte le opzioni per le possibili detrazioni. Il rendiconto di gestione 2019 evidenzia poi che abbiamo conseguito un milione di euro di riduzione delle spese e ridotto il debito di oltre un milione di euro, segno che l’Ente comunale è riuscito a velocizzare in maniera rilevante i pagamenti; 2) Per quanto riguarda le considerazioni del Cittadino Governante sulla TARI, attualmente le professionalità dell’Ente, Segretaria comunale e Dirigenti, sono impegnate a sviscerare le normative per l’attuazione delle possibili riduzioni tariffarie, per cui l’opposizione non ci rivela nulla che non sia già noto. Bisogna poi mettere in conto che, al di là degli slogan, noi dobbiamo mettere nero su bianco i numeri di un bilancio di previsione che va integralmente riscritto e in una situazione di grande incertezza, dal momento che prima del prossimo 10 luglio non ci sarà esatta contezza degli acconti del 30% corrisposti dal Governo per garantire liquidità necessaria a garantire le risorse per i servizi, previsti dal Decreto Rilancio; 4) Anche sulla rinegoziazione dei mutui stiamo lavorando, ma bisogna tenere conto che quelli contratti dal Comune scadranno a breve, per cui la convenienza economica in termini di risparmio potrebbe non esserci, anzi l’operazione andrebbe ad aumentare i costi per gli interessi e ad ingessare le future amministrazioni. Anche queste non sono questioni su cui fare chiacchiere, ma valutazioni concrete e tecniche; 5) Per quanto riguarda i rimborsi del servizio del Trasporto scolastico non fruito dalle famiglie, voglio rassicurare i cittadini e, di conseguenza, anche il Cittadino Governante che le scadenze delle domande saranno del tutto ininfluenti, dal momento che in ogni caso provvederemo ad avvisare tutti gli aventi diritto al rimborso”.

“Voglio concludere invitando gli esponenti del Cittadino Governante a studiare e approfondire di più la materia con numeri alla mano – conclude l’Assessore Verdecchia – se veramente il loro intento è quello di dare un contributo fattivo e non di lanciare slogan ad effetto: così non si fa un buon servizio ai cittadini, che in questo momento sono alle prese con problemi concreti e non hanno certo bisogno di essere ulteriormente confusi o blanditi con annunci poco veritieri e/o illusori”.