Isola del Gran Sasso: “Attività amministrativa del Sindaco bocciata dal Tar”

Isola del Gran Sasso. “Ancora una volta il TAR boccia l’attività amministrativa del Sindaco Ianni. Questa volta lo fa censurando nuovamente le scelte assunte dalla giunta sull’assetto organizzativo della dotazione del personale”. A dirlo è il consigliere di minoranza Antonio Trivellizzi.

“Già in precedenza il TAR aveva annullato le delibere sulla dotazione organica, indicando peraltro anche i principi a cui il Comune doveva conformarsi. L’attuale compagine amministrativa di maggioranza, anziché uniformarsi alla sentenza del TAR, con atteggiamento incompetente ed arrogante, ha approvato le nuove delibere sulla dotazione organica tentando, mediante una serie di artifizi linguistici, di aggirare il comando giudiziale. Con la nuova sentenza i Giudici hanno evidenziato che tali delibere sono state assunte in totale dispregio della normativa di riferimento ma specialmente attraverso una condotta elusiva dei principi contenuti nella precedente sentenza del TAR”.

“Gli attuali amministratori, per arrivare a tale risultato fallimentare, hanno disatteso i pareri espressi dal Segretario comunale e quindi dall’organo garante la legalità, nonostante fior fior di consulenze esterne ad un costo per i cittadini che incide sia sulla efficienza dell’azione amministrativa che sulle casse dell’Ente. E questa volta il TAR, oltre ad aver dichiarato la fondatezza del ricorso, ha disposto la condanna al pagamento delle spese legali ma soprattutto la trasmissione degli atti e di copia della sentenza alla Procura della Corte dei Conti di L’Aquila ed alla Procura della Repubblica presso il Tribunale di Teramo al fine di valutare eventuali profili di danno erariale e la rilevanza della condotta amministrativa, anche sotto il profilo penale”, conclude Trivellizzi.