-- HEADER MASTHEAD DESK --
-- HEADER MASTHEAD MOB --

Guardie mediche “chiuse” nei giorni feriali: i casi di Nereto e Colledara

Ultimo Aggiornamento: sabato, 23 Ottobre 2021 @ 13:25

Sarà vietato ammalarsi nei giorni feriali presso le sedi di Guardia Medica di Nereto e Colledara: a deciderlo sono stati il Governatore Marsilio ed i suoi fedelissimi” dichiara, fortemente indignato, il Vice Capogruppo Regionale del Partito Democratico, Dino Pepe.

 

Nei giorni scorsi infatti la Asl di Teramo ha informato, attraverso una nota, numerosi amministratori locali e i medici responsabili dei Distretti Sanitari di Base interessati che, a causa della gravissima carenza di medici disponibili per i turni di Continuità Assistenziale non potrà essere garantita la copertura, sette giorni su sette, del servizio di Guardia Medica in diverse aree della nostra provincia!”.

 

Una decisione, questa, che lascia basiti e senza parole – incalza Pepe – in un momento storico così particolare, in cui si sta tentando con fatica di ritrovare quella normalità pre-pandemia; quando da più parti si parla apertamente di sviluppare la medicina territoriale, così da evitare di ingolfare i nosocomi già oberati di lavoro, la Giunta Marsilio decide di tagliare un servizio fondamentale per il territorio come le Guardie Mediche accanendosi sulla montagna teramana, già alle prese con le problematiche connesse alla ricostruzione e allo spopolamento, con un disservizio che coinvolgerà i comuni di Castelli, Castel Castagna, Colledara e, in parte, Tossicia, e con la Val Vibrata, in particolare con i comuni di Nereto, Sant’Omero, Corropoli e Torano, sempre più “Cenerentola” d’Abruzzo e alle prese con le angherie di questo centrodestra abruzzese che punta evidentemente a distruggerla”.

 

Infatti, dopo la chiusura della Casa di Riposo a Sant’Omero e il trasferimento del Centro Vaccinazioni di Nereto, dopo i tagli operati all’ospedale “Val Vibrata”, trasformato ormai in un presidio di periferia…alla faccia dei danni causati dalla mobilità passiva verso le Marche, ora il “colpo di genio” di Marsilio & Co: la Guardia Medica di Nereto sarà aperta solo nei fine settimana e così i cittadini che ne avessero bisogno si dovranno recare, dal lunedì al venerdì, a Sant’Egidio alla Vibrata per ricevere le cure. E chi non ha un mezzo proprio per spostarsi? E gli anziani bisognosi di aiuto?” conclude Pepe. “Sarò vicino ai sindaci in questa battaglia per scongiurare questa scellerata decisione! E’ infatti ovvio che siamo dinanzi all’ennesima ingiustizia perpetrata da questo centrodestra nei confronti della nostra provincia e della Val Vibrata e, ancora una volta, tutto ciò avviene nel silenzio assordante dei consiglieri di maggioranza che non hanno mosso un dito per scongiurare questo ennesimo taglio imposto alla nostra sanità! Che dire poi dell’Onorevole Zennaro della Lega che ha tuonato contro questa decisione, ergendosi a paladino della montagna teramana, ma scordandosi evidentemente che questi tagli sono frutto di una scellerata scelta proprio di quel centrodestra di cui lui, leghista dell’ultima ora, fa parte….come l’Assessore regionale che li ha voluti, ovvero la Verì!”.

-- FINE ART -

ALTRI ARTICOLI SIMILI

Latest articles

NEWS DALLA TUA CITTA'

Notizie Correlate