Giulianova, La Lega contro le ‘supposizioni’ de Il Cittadino Governante

Giulianova. “Lo sanno bene i consiglieri del Cittadino Governante, perché ne hanno fatto il motto per la loro azione politica. Si prende un fatto o una situazione reale, si infarcisce con supposizioni, illazioni, frasi ad effetto, qualche omissione ben apposta e poi via si lancia sui social. Ma la verità è dura a morire, spesso è cruda nel suo imporsi ed immancabilmente il Cittadino Governante ci sbatte contro”.

Lo ha dichiarato La Lega Salvini Premier, precisando che “lo sanno bene i cittadini, almeno quelli più attenti, che con un minimo di approfondimento capiscono subito l’entità delle supposizioni, illazioni omissioni e tentativi vari di insinuare il sospetto. Lo abbiamo visto tutti. Alcuni recenti esempi: il danno al monumento ai caduti, fatto vero, è divenuto il simbolo di una amministrazione disattenta e violenta che nel suo voler perseguire nel realizzare una piazza che, per come è pensata non piace al cittadino governante ma che è stata bene accolta anche nel Forum Cittadino (visionare i brogliacci dei verbali) ha lasciato che operai maldestri (a cui il Cittadino governante non ha fatto nemmeno le scuse) lo danneggiassero (supposizione). Peccato che il monumento era danneggiato da anni e gli attenti ranger del Cittadino Governante non se ne siano mai accorti”.

In merito agli alberi tagliati in Piazza Dalmazia, parco Cerulli o in una nota concessione balneare,, secondo il partito di Salvini “uno dei consiglieri ha dato sfogo a tutta la sua fervida fantasia postando per giorni dello scempio che si stava perpetrando e prevedendo, grazie ai suoi poteri premonitori, acquisiti nel corso di lunghi anni di esercizio dell’attività di mago, un futuro grigio e cementato. Peccato che nei suoi proclami ometteva di riportare che gli alberi tagliati verranno ripiantumati con piante più giovani e in numero maggiore (cosa che, come riportava il già citato consigliere in un suo post, li rende molto più efficienti di alberi vecchi e malati dal punto di vista dell’assorbimento dell’anidride carbonica, una vera e propria omissione”.

“Disquisizione filosofica sull’allineamento medio e riferimenti a Palazzo Gavioli: non entriamo nel merito tecnico già approfondito da altri, ma ci colpisce la circostanza che anche qui un Ffatto vero, quale gli abusi riscontrati dalla magistratura su palazzo Gavioli, venga usato per far parlare di sé (il vero vizio del Cittadino Governante), asserendo falsamente che il mancato accoglimento del loro emendamento alle NTA (modifiche del tutto irrilevanti nella vita del cittadino, ma utili, appunto, solo per far parlare del Cittadino Governante) potrebbero portare ad una sanatoria su Palazzo Gavioli (insinuazione e supposizione). Se sono davvero così amanti della Verità, perché non hanno detto una parola, solo una parola, sull’abbattimento degli abusi del Tritone? Invece, quando gli argomenti sono incontrovertibilmente non manipolabili, il Cittadino Governante semplicemente si astiene: sì perché l’astensione non comporta la responsabilità di una decisione e lascia sempre spazio, in futuro, per un ‘Noi del Cittadino Governante ci siamo astenuti’.

“Non fa una bella Politica, il Cittadino Governante. Soprattutto non fa il Bene di Giulianova. L’interesse, o meglio il vizio, dell’Associazione è quello di far parlare di sè, proponendo soluzioni falsamente rivoluzionarie in una bulimica fame di visibilità. Noi, che lavoriamo senza secondi finim sappiamo che le rivoluzioni non si fanno con falsi proclami o con battaglie contro finti nemici, ma lavorando e costruendo giorno dopo giorno. Auguriamo al Cittadino Governante di imparare a confrontarsi più serenamente con gli avversari politici rinunciando all’ormai vuota e petulante propaganda”, conclude la Lega.