Forza Italia Giovani Teramo lancia un appello per ‘salvare’ la Betafence

Tortoreto. Il Coordinamento provinciale di Forza Italia Giovani Teramo lancia un appello alle istituzioni regionali e in particolare ai Parlamentari per salvare la Betafence, azienda leader nella realizzazione di recinzioni e sistemi di sicurezza con sede a Tortoreto, che lo scorso 29 luglio ha annunciato la chiusura.

“E’ stata comunicata – aggiungono – la decisione, nel corso di un incontro durato circa cinque minuti della chiusura della sede abruzzese, il licenziamento dei 115 operai che vi lavorano e la delocalizzazione della fabbrica in Polonia. Come Movimento giovanile, non possiamo rimanere indifferenti a questa scelta totalmente inopportuna, inaccettabile e che non ha motivo di esistere. La Betafence, gode di una buona salute economica ed ha sempre prodotto utili come dimostra il fatturato. La sede di Tortoreto, è una realtà storica per l’intero territorio teramano. Ricordiamo che tutti gli operai vengono dalla provincia di Teramo, da Giulianova, Tortoreto, da Mosciano e da altri paesi limitrofi, chiuderla significherebbe mettere a rischio 155 famiglie più altre 100 derivanti dall’indotto”.

I giovani del partito di Silvio Berlusconi chiedono pertanto, “ai nostri rappresentanti in Parlamento (a prescindere dal colore politico) di intervenire con l’istituzione di più tavoli coinvolgendo il Ministero dello Sviluppo Economico affinchè venga risolta questa delicata situazione che tiene in ansia i tanti lavoratori e le numerose famiglie coinvolte.

Con questo comunicato, vogliamo esprimere la nostra solidarietà e vicinanza a tutti gli operai ed ai loro famigliari. Riteniamo necessario tenere i riflettori accesi su questa vicenda affinchè il tutto, si risolva nel migliore dei modi”.