-- HEADER MASTHEAD DESK --
-- HEADER MASTHEAD MOB --

Elezioni Atri, nasce l’alleanza civica

Ultimo Aggiornamento: sabato, 24 Marzo 2018 @ 17:59

“Atri merita di più, Atri merita un vero progetto di governo, Atri merita di tornare a splendere, Atri merita un nuova amministrazione: Libera, Ricca di Energie Fresche e di Esperienza Positiva”.

 

Con queste prime parole che i gruppi di L’AltrAtri, Rinascimento Atriano e La Casa dei Moderati-Atri Rurale annunciano la formazione di un unico progetto di Lista Civica per le prossime elezioni amministrative nella Città Ducale. “Un’Alleanza Civica nata non dalla volontà dei partiti per i partiti, ma dalla volontà positiva di cittadini di Atri per Atri stessa. Un grande progetto amministrativo per la Città che abbatte finalmente le logiche dei confini politici e raccogliere tutti gli uomini e le donne, tutte le energie vive e tutte le migliori progettualità ed esperienze che la Nostra Atri è in grado di esprimere. Abbiamo l’Obiettivo Comune di realizzare quel progetto che i cittadini sognano da sempre; un progetto che raccoglie e vede Unite le speranze di generazioni di cittadini che finalmente potranno avere la Città amministrata non dai partiti (non da Teramo) ma da una condivisione di programmi e idee che raccolgono e accolgono sia il centro sinistra e sia il centro destra. Un modo Unico e Nuovo di pensare la politica, che esula dai normali e ormai anacronistici confini/conflitti di area e che ha la reale volontà di riportare la Città sul palcoscenico Regionale, dal quale è assente da troppi anni. Una piattaforma programmatica che si pone in maniera propositiva alla Città e prende le distanze dalla lista ‘Ferretti’ che raccoglie solo pezzi di una residuale destra locale, gravata dal peso della teramanità. Anche nel modo di approcciarci alla scelte abbiamo voluto innovare, invertendo l’ordine dei fattori; non poltrone, ruoli, posizioni e strategie personali, ma prima di tutto la stesura di un programma chiaro, reale, veloce e positivo-propositivo, per rendere nuovamente Atri Libera. Un programma con dei punti che non verranno imposti alla Città ma che saranno condivisi con un progetto di partecipazione attiva del cittadino alla sua diretta stesura”.

L’alleanza civica vuole “ripartire dal lavoro, dai giovani e dalle famiglie. Tra i punti chiave del programma abbiamo la realizzazione di un grande progetto di Casa delle Start-Up/Nuove Imprese, per i giovani locali, mediante la creazione di un incubatore e di un acceleratore di impresa, con la creazione di 200 postazioni di lavoro, dove le energie di Atri potranno esprimersi e realizzarsi. Un grande progetto per i Centri Storici di Atri e delle Frazioni, mediante una defiscalizzazione totale per 10 anni in favore delle nuove imprese e delle famiglie anche con l’aggiunta di un ‘Bonus Atri’. Incentivi alle imprese che assumeranno cittadini di Atri giovani e Over 50. Un progetto che guarda al sociale in maniera REALE tendendo una mano Vera e Forte verso i più bisognosi. Una deregulation che consenta la creazione dei multinegozio per far si che più ditte possano condividere lo stesso locale commerciale e abbattere così i costi di gestione. Ripensare Atri non come una Città a mono-vocazione ma come una Città Multitasking, cioè che punti sulla grande vivacità locale e sulla sua naturale multivocazione economica. Pensare a tutte le scuole e non solo agli indirizzi superiori. Ridare vita al centro storico con la localizzazione di nuovi uffici e servizi. Aprire il Comune alla trasparenza, alla partecipazione attiva del cittadino, alla riduzione del carico burocratico, alla certezza dei pagamenti in favore delle imprese e alla valorizzazione delle professionalità esistenti. Aprire Atri alla collaborazione con i Comuni limitrofi, dandole un ruolo attivo e principale. Abbattere la tendenza esterofila nella scelta dei professionisti e delle ditte favorendo l’economia atriana. Un Città pulita, decorosa, che dice No alla Discarica e al suo ampliamento e che punta alla tariffazione puntuale dei rifiuti, facendo cioè pagare al cittadino solo ciò che realmente smaltisce. Ridare vita al Teatro con una residenza teatrale e fondare il Palazzo della Cultura come luogo creazione del prodotto culturale da far esprimere ed esportare. Ridare impulso alla crescita delle Frazioni e delle Contrade con investimenti strategici e mirati, volti al consolidamento del tessuto urbano e sociale della Città. Migliorare la viabilità locale con la creazione di un parcheggio a servizio della Città e con l’ampliamento e ammodernamento della viabilità rurale e delle arterie principali. Una Città che dia slancio alle grande vivacità nel campo dell’agricoltura per favorire la valorizzazione del prodotto tipico locale. Una Città Viva che si apre all’esterno e guarda al futuro in maniera 2.0. Una rinascita turistica che passi attraverso la valorizzazione delle eccellenze locali, la promo-commercializzazione coordinata e che miri a ridare alla Città la possibilità di guardare l’Abruzzo dall’alto tornado a rendere fruibile il Campanile del Duomo.

Ora l’alleanza delle tre liste punta sulla diretta partecipazione del cittadino con tavoli programmatici attivi e dinamici.

“Stiamo già lavorando alla scelta della squadra dei candidati e alla scelta del candidato Sindaco, mediante un processo di ampia condivisione che vedrà luce nei prossimi giorni. Siamo civici, liberi e tesi verso la valorizzazione di Atri, una Grande Atri, scevri dal personalismo e dal solito ‘politichese’ ingessante. Siamo pronti a dialogare con quelle forze politiche e civiche che come noi condividono un progetto per Atri vero, nuovo e credibile. Siamo la nuova, fresca e propulsiva energia che guiderà la Città verso il suo futuro, con entusiasmo e con la garanzia che i cittadini saranno finalmente liberi di esprimersi e partecipare”, conclude l’alleanza civica.

-- FINE ART -

ALTRI ARTICOLI SIMILI

Latest articles

NEWS DALLA TUA CITTA'

Notizie Correlate