Bellante, il candidato Pizii contro l’amministrazione: ‘no ai manifesti elettorali vicini a quelli funebri’

Bellante. “E’ imbarazzante a dir poco”. Sintetizza così la situazione nel Comune di Bellante il candidato sindaco alle prossime amministrative Fabrizio Pizii.

“Imbarazzante e incredibile – continua – dal mese di novembre 2020 che è stata lanciata la mia candidatura alla carica di Sindaco della lista civica ‘Rialziamo Bellante’, causa pandemia è una campagna elettorale anomala, non si possono fare riunioni comizi ecc. uno dei modi per avvicinare gli elettori di Bellante è affiggere manifesti per tenerli informati”.

E’ ‘agguerrito’ il rappresentante della lista civica “Rialziamo Bellante” che sottolinea “l’incapacità del Sindaco Giovanni Melchiorre che in circa quattro mesi non è riuscito a risolvere il problema affissioni. Io mi sento il dovere morale di chiedere scusa in primis ai defunti e poi ai loro familiari, con l’augurio che il prossimo manifesto elettorale venga affisso negli spazi giusti”.

“Approfitto anche per chiedere al signor Melchiorre Giovanni perché sono fermi da ottobre 2020 i lavori del Belvedere, forse non è stata presentata tutta la documentazione al Genio Civile e per questo hanno bloccato i lavori?, conclude Pizii