Atri, la consigliera Di Luzio si è dimessa: ‘non mi sento più rappresentata dal M5s’

Atri. La consigliera comunale Cinzia Di Luzio, che sedeva sui banchi dell’opposizione per il Movimento 5 Stelle, si è dimessa. Alla cittadinanza lo ha fatto sapere con una lettera postata sulla sua pagina Facebook.

“Sono una persona semplice, nel modo di vivere e nel sentire. Ho pensato di poter fare qualcosa di buono per la mia città. Ho fatto del mio meglio, sempre. Ci ho messo il cuore, davvero. Non so se sia stato abbastanza. Sono sempre appartenuta a quella categoria di persone che fuggono dalla politica perchè “tanto è tutta una porcheria” fin quando ho conosciuto il MoVimento 5 Stelle. Mi sono riconosciuta negli ideali che perseguiva ed ho avuto voglia di mettermi in gioco e di partecipare alla realizzazione di un progetto condiviso da milioni di persone. Qualcuno mi è stato vicino sempre e mi ha sopportato e supportato in questa avventura, altri meno, ma sono grata a tutti allo stesso modo. È stata un’esperienza che mi ha insegnato molto. Mi è stato detto che in politica è necessario il compromesso, che il MoVimento è cambiato perchè essere in opposizione era una cosa, governare è un’altra, dunque per farlo bisogna essere disposti a rinunciare a “qualcosa”…
Ebbene, io non sono per il compromesso. Il M5S si è inevitabilmente trasformato “per il bene dei cittadini” ma oggi è, sotto molti aspetti, diverso da quello per il quale, con grande entusiasmo, avevo deciso di mettermi in gioco. La coerenza, la credibilità, la fiducia sono valori forti, importanti. Sono una idealista ed una sognatrice, evidentemente non sono la persona giusta per la politica. Se è necessario il compromesso, non credo sia questo quello che voglio fare da grande. “Quando non mi sentirò più rappresentata dal movimento e non mi sentirò più di rappresentarlo, farò un passo indietro e lascerò proseguire chi, forse, avrà più voglia di farlo” questo ho ripetuto più volte negli ultimi mesi. Credo che questo momento sia arrivato. Continuo a ritenere che il M5S sia l’unica forza politica che meriti di governare, ma sono state prese, in questi mesi, diverse decisioni che non mi sento di condividere. Mi auguro non pensiate che questa mia scelta sia dettata dalla vigliaccheria, nè che sia stata una scelta semplice. Al contrario, è molto sofferta e mi auguro che possiate rispettarla. Spero vivamente di non avervi deluso.
Cinzia”