Alba Adriatica, il Pd elegge Paolo Tribuiani alla segreteria VIDEO

Il Pd di Alba Adriatica volta pagina. Si mette alle spalle la fase del commissariamento, elegge il nuovo segretario (Paolo Tribuiani, candidato unico) e lancia la nuova sfida.

 

Per le politiche del 4 marzo, ma soprattutto punta l’obiettivo alle amministrative di primavera. La fase del commissariamento, gestita dall’assessore Dino Pepe, ufficialmente, si è chiusa stasera alla 18, quando lo spoglio ha investito il nuovo segretario.

 

Alle urne dei Dem si sono recati 104 iscritti (il 61% del totale degli iscritti, con una crescita percentuale rispetto al congresso provinciale). Nella fase commissariale sono pervenute 121 nuovi iscritti. Nella mozione a sostegno di Paolo Tribuiani si stagliano, in maniera chiara, alcune considerazioni di natura politica sul recente passato e sui contenitori che stanno prendendo forma in vista delle amministrative.

 

Il nuovo segretario, nel commentare l’elezione, ha espresso alcuni concetti molto chiari. Dalla volontà di dare vita ad un partito inclusivo, la ricomposizione del centrosinistra, senza dimenticare l’ala civica che poi rappresenta una fetta importante della comunità cittadina.

 

E poi un’importante sottolineatura, quasi a sgomberare voci e illazioni che circolano nell’agone politica. “ Il Pd”, sottolinea Tribuiani, “ non ha al momento candidati a sindaco. La scelta sarà fatta in maniera democratica in seno al partito, dopo essersi confrontati con le forze di area”.