-- HEADER MASTHEAD DESK --
-- HEADER MASTHEAD MOB --

Giulianova, opposizione unita contro le ‘tasse’ di Mastromauro

Ultimo Aggiornamento: sabato, 28 Ottobre 2017 @ 17:03

giulianovaopposixzioneunitaGiulianova. “Il dato più importante oggi è la presenza di tutta L’opposizione unita, oltre il 70% degli elettori, per dare voce ai cittadini e categorie vessate da questa Amministrazione Comunale che continua a negare gli aumenti sconsiderati ai danni dei giuliesi”.

Così ha esordito il consigliere comunale Laura Ciafardoni che ha subito chiesto maggiore partecipazione e attenzione alle esigenze ed istanze presentate e non considerate dall’Amministrazione Comunale. “Iuc, Tasi,Tari, tutte sigle che corrispondono ad una sola triste realtà per tutti, o quasi, aumenti sconsiderati! Un’opposizione la nostra, ognuna nella sua autonomia, che presenta proposte, soluzioni inascoltate come del resto inascoltate restano le istanze dei cittadini. All’ultimo consiglio comunale ho presentato un emendamento chiedendo la riclassificazione (già chiesta da tre anni!) delle case che risultano rurali ed economiche ma che non lo sono. Gli introiti avrebbero permesso agevolazioni ai cittadini ed ha ricordato, chiedendo un applauso ai tanti presenti, in onore del compianto Sindaco Trifoni, in prima linea nell’ultima battaglia che vide una compattezza ampia da parte di tutte le opposizioni. Solo tutti insieme possiamo vincere le battaglie e la salvezza della farmacia comunale ne è la più evidente delle dimostrazioni. Commercianti che oggi pagano le buste per la differenziata che chiedono di scalare tale importo. Attività che insistono a Colleranesco che chiedono di essere equiparate al Centro Storico. Queste e Tante altre le richieste inascoltate”.

Le fa eco la collega Silvia Di Gregorio “anche noi abbiamo presentato proposte, oltre alla riduzione della spesa corrente le figure dirigenziali gravano sul bilancio per circa 450.000 euro l’anno che, senza nulla togliere alle competenze e professionalità sono decisamente troppi. Riduzione dell’energia elettrica, revisione dell’indebitamento bancario, riduzione dei premi assicurativi: tutti provvedimenti che riteniamo necessari per alleggerire la pressione fiscale”.

Il consigliere Antelli ha ripercorso la “triste storia dello spiaggiato” che “deve diventare una questione provinciale e regionale. Agire sulla leva del bilancio attraverso l’uscita dall’ente porto, far rientrare i servizi sociali in seno al comune, esternalizzazione dei servizi. Queste ed altre le proposte avanzate perché, ha sottolineato oggi la polvere nascosta sotto il tappeto esce fuori e si va a sommare ad una situazione economica devastante 820.000,00. Senza dimenticare che le manifestazioni (mercati e mercatini) devono pagare per la loro attività al pari dei commercianti e balneatori seduta stante. Ben vengano i confronti con le categorie, ma non a giochi fatti”.

Margherita Trifoni del Movimento 5 Stelle ha stigmatizzato i ritardi della consegna della documentazione che “non ci permette di argomentare e dare risposte. Vogliamo fare un’opposizione costruttiva ma questa amministrazione non ci dà neppure la possibilità di confrontarci su argomenti tanto importanti. Purtroppo – ha aggiunto – il costo della gestione dei rifiuti è arrivato ad euro 6 milioni, ed invece di diminuire i costi a carico dei cittadini fate pagare loro gli errori fatti. Noi siamo favorevoli ad iniziative che facciano sentire la voce all’amministrazione anche lunedì in consiglio comunale”.

Anche il consigliere Franco Arboretti ha ribadito il “non più giustificabile ritardo nella consegna del materiale da studiare. Il primo mandato Mastromauro ha speso in maniera poco oculata ed ora inevitabilmente i cittadini sono chiamati a pagare. Ed ha elencato suggerimenti e proposte che in consiglio illustrerà con maggior tempo. È davvero triste dover assistere al risultato che l’amministrazione è riuscita a raggiungere: far dichiarare guerra ai commercianti, ai balneatori agli ambulanti tra loro: tutti contro tutti”.

Durante la conferenza sono intervenuti Giampiero D’Angelo ad Iwan Costantini che hanno salutato favorevolmente l’unione dell’opposizione, chiedendo di “non essere abbandonati insieme a tutti i cittadini” che, su invito di Gianni Massi sono pronti a recarsi in consiglio comunale ad assistere alla seduta lunedì sera.

Presenti questa mattina anche il Consigliere Regionale Giorgio D’Ignazio, Scilli, Flagnani ed altri rappresentanti di categoria, oltre al coordinatore di NCD Cordivani e Nino Bertoni che Laura Ciafardoni ha salutato come “facente parte di questa opposizione”.

Unanime, infine, la richiesta di rinvio del consiglio comunale di lunedì al fine di prendere in considerazione delle tante istanze ignorate.

 

SEGUICI SUI SOCIAL

111,756FansLike
1,569FollowersFollow
5,934FollowersFollow
2,698SubscribersSubscribe
-- FINE ART -

ALTRI ARTICOLI SIMILI

Latest articles

NEWS DALLA TUA CITTA'

Notizie Correlate