Teramo, Ipsia Marino abbandonato. De Berardinis: “Va recuperato immediatamente” VIDEO

Teramo, Ipsia "Marino" abbandonato. De Berardinis: "Va recuperato immediatamente"

ALZA LA VOCE IL PARTITO DELLA RIFONDAZIONE COMUNISTA A TERAMO PER LO STATO DI ABBANDONO IN CUI VERSA L’ISTITUTO PROFESSIONALE MARINO, CHIUSO NEL 2017 PER PROBLEMI LEGATI ALLA STABILITA’ DOPO IL TERREMOTO. IL REFERENTE MIRKO DE BERARDINIS ACCUSA CHI IN QUESTI ANNI NULLA HA FATTO PER RECUPERARE UN EDIFICIO CHE OGGI SAREBBE FONDAMENTALE, PER VIA DELLE NORME ANTICOVID, PER ACCOGLIERE GLI STUDENTI. CRITICHE AL GOVERNO CENTRALE CHE HA STANZIATO 300MILIONI DI EURO PER LE SCUOLE PRIVATE, DIMENTICANDOSI DI STRUTTURE COME L’IPSIA DI TERAMO

Posted by Abruzzo Cityrumors.it on Wednesday, August 5, 2020

In tempo di covid e di norme adottate contro il rischio contagi, la carenza di istituti scolastici a Teramo resta un problema serio.

Mirko De Berardinis, esponente teramano del Partito della Rifondazione Comunista, ha sfidato la pioggia questa mattina per essere presente dinanzi ai cancelli dell’Ipsia “Marino”, chiuso 3 anni fa dopo il terremoto.

Una scuola che avrebbe potuto essere recuperata e messa a disposizione degli studenti se solo fossero state adottate tutte quelle misure per rendere l’edificio più sicuro. Il problemi sono tanti e le soluzioni messe in campo non sempre sono valide.

De Berardinis comunque azzarda delle proposte che in qualche modo potrebbero risolvere il problema della carenza delle aule a Teramo.