Pineto, i problemi della città secondo Italia Viva: “servono attenzione e celerità”

Pineto. La delegazione di Italia Viva Pineto ha incontrato il sindaco Robert Verrocchio per discutere di alcuni punti ritenuti fondamentali: il gruppo politico, assicurando massima volontà collaborativa, ha espresso preoccupazione per alcune situazioni di stallo che è necessario sbloccare dopo l’emergenza Coronavirus.

“In primis”, si legge in una nota di Italia Viva Pineto, “la preoccupante situazione della spiaggia nel quartiere di Villa Ardente, funestata dall’erosione. Dobbiamo essere in grado di salvaguardare l’ambiente, quindi anche la retrostante Pineta Catucci e l’economia degli operatori che hanno investito in quelle zone, soprattutto in un momento difficile come quello attuale. Le decisioni devono essere prese e si deve costantemente sollecitare gli Enti superiori per una sistemazione definitiva”.

Secondo Italia Viva uno dei problemi più rilevanti è il lavoro, “bisogna avere all’interno dell’amministrazione una figura che si occupi del rapporto con le imprese le quali non possono essere ascoltate solamente quando hanno dei problemi ma con loro bisogna lavorare ad un progetto comune che riguardi anche una nuova idea di zona industriale”.

“Per quanto riguarda l’urbanistica, chiediamo di portare subito sui tavoli della maggioranza i progetti legati ai “Programmi complessi”, vanno discussi e attuati ove ammissibili in modo da sbloccare anche opere di pubblica utilità che i cittadini aspettano da tempo, così come dopo decenni è il caso di affrontare seriamente un piano disviluppo del Piano quadro”.

Ed ancora turismo e commercio, “nel primo caso dobbiamo almeno colmare il gap con le città a noi più vicine. E’ evidente l’inferiorità di posti letto delle nostre strutture ricettive e la necessità di ammodernamento delle stesse. Il commercio invece ha bisogno di una digitalizzazione ormai non più rinviabile e di incentivi per avvicinarsi ai bisogni della società.
Infine il futuro. Pineto ogni anno vede decine di ragazzi andare via per poi non tornare, rendiamo attrattiva la nostra città anche grazie al progetto “Smart city” che renderebbe Pineto più efficiente e sostenibile e che creerebbe nuovi posti di lavoro”.

“Per poter dare maggiore slancio a quanto sopra descritto e per un riequilibrio delle forze che compongono la maggioranza, abbiamo altresì chiesto al sindaco un altro componente in giunta. Viviamo un periodo estremamente difficile, proprio per questo su diversi aspetti della nostra cittadina, servono attenzione e celerità”.