Restart Vibrata, a Sant’Omero presentato il piano di rilancio. Pubblicato il primo bando

La parte politica e istituzionale, al momento, è quasi del tutto esaurita. Ora tocca agli imprenditori, alle imprese e alle idee progettuali capaci di attrarre i fondi.

 

E’ il messaggio, chiaro, emerso stasera a Sant’Omero, a Villa Corallo, in occasione della presentazione del piano rilancio per l’area di crisi complessa Vibrata-Tronto, che prevede risorse assegnate dal Ministero e una serie di strumenti pianificati dalla Regione Abruzzo (sviluppo occupazione e produttive in aree colpite da crisi diffusa e sostegno al capitale umano).

 

Una dotazione economica complessiva di circa 33 milioni che trova spazio in varie forme di sostegno. Sono 12 i comuni dell’ambito della Val vibrata ricompresi in questo segmento (al quale va aggiunto Valle Castellana, cerniera tra Abruzzo e Marche) dove gli effetti della progettualità troverà applicazione. Il primo bando del piano di rilancio è stato già pubblicato (dotazione 15 milioni nell’ambito della Legge 81) e le domande potranno essere presentate dal 25 ottobre al 24 novembre). Obiettivi e finalità del piano di rilancio sono state illustrate nel corso di un incontro al quale hanno preso parte gli assessori regionali Dino Pepe e Giovanni Lolli, il presidente della Provincia Renzo Di Sabatino, Gloriano Lanciotti, presidente della Camera di Commercio, funzionari regionali e responsabili di Invitalia. In sala anche amministratori e tanti tra imprenditori e addetti al settore. Il tutto a testimonianza dell’attesa che l’intero territorio ripone nel piano di rilancio. Da parte degli amministratori la volontà di rilanciare l’intera area sul piano produttivo e occupazionale in una vallata, che nonostante la crisi, ha comunque visto crescere il numero di imprese nel corso dell’ultimo anno.

Ora la palla, ovviamente, passa agli imprenditori e alle loro idee di rilancio e sviluppo, seguendo poi le caratteristiche dei bandi. La dotazione finanziaria, anche alla luce dei progetti finanziabili, come hanno lasciato intendere Pepe e Lolli, potrebbe anche essere irrobustita strada facendo. Con l’augurio da parte di tutti delle celerità nell’elargizione dei fondi per i progetti finanziati.

A breve sarà attivato anche uno sportello della Regione a beneficio per le imprese relativamente ai vari bandi. Lo sportello sarà collocato a Nereto.