Teramo, Renato Brunetta visita la città: “Il Governo non scappi e dia aiuti concreti”

Con la città di Teramo si conclude il tour che ha portato l’onorevole Renato Brunetta, capogruppo di Forza Italia alla Camera, nei paesi del centro Italia colpiti dal sisma e dalle emergenze maltempo.

Accompagnato da Renata Polverini, dal coordinatore regionale dell’Abruzzo di Forza Italia, Nazario Pagano, e dalla senatrice Paola Pelino, Brunetta ha incontrato il sindaco Maurizio Brucchi che ha presentato la difficile realtà del territorio a seguito delle emergenze vissute all’inizio dell’anno.

“Ho incontrato il primo cittadino e i sindaci delle zone del teramano”,ha detto Brunetta, “mi hanno raccontato le loro esperienze di questi mesi, i loro bisogni primari. Istanze che porterò in Parlamento già dalla prossima settimana”.

Ricordando come con il Governo Berlusconi dopo il sisma aquilano del 2009 vennero previsti dei contributi una tantum di 10mila euro anche per le case agibili ma lesionate, il capogruppo di Foza Italia ha indicato nell’istituzione di una zona speciale a fiscalità agevolata del territori colpiti, come soluzione necessaria per accelerare la ripresa economica di quest’area.

Vantaggio fiscale di riduzione di Irap, Irpef, Irpeg per almeno un periodo non inferiore a cinque anni, dunque la soluzione di Brunetta per facilitare nuovi investimenti, oltre all’istituzione di un fondo speciale che eviti il possibile default dei Comuni.

“Inoltre è fondamentale”, conclude Brunetta, “il differimento dei termini per gli adempimenti amministrativi e finanziari, proroghe sulle rate del mutui, estensione e assegnazione degli spazi finanziari per i Comuni colpiti dal sisma e dagli eventi meteorologici. Solo con interventi seri e decisi si possono superare le prime opprimenti difficoltà dopo eventi di questo tipo. Il governo Renzi-Gentiloni agisca e non scappi, come al solito, in ritirata”.