Elezioni Martinsicuro, il Pd si riunisce per definire strategie e alleanze

Martinsicuro. Il percorso verso le prossime amministrative sarà disegnato, con ogni probabilità, in occasione dell’assemblea degli iscritti, in programma domenica 12 febbraio.

 

Si avvicina anche in casa Pd, e di riflesso anche nell’area del centrosinistra, il momento delle scelte per le comunali. Il nodo primarie si-primarie no sarò definito, con ogni probabilità, in occasione dell’assemblea degli iscritti. Da quel momento, poi scenari e strategie saranno chiare e definite e dunque l’intera macchina elettorale potrà in qualche modo mettersi in movimento.

 

Definire la strategia, arrivati a questo punto, appare un obiettivo non più procrastinabile nel partito guidato da Elisa Foglia. Da questo poi dipendono una serie di fattori, a partire dalle alleanze con l’intero centrosinistra e   movimenti civici di area. Qualora si optasse per le primarie (soluzione che allo stato attuale appare in ribasso) bisognerebbe da subito far partire il percorso delle primarie. In caso contrario, si lavorerà per un candidato unitario, capace poi di trovare sintesi e appoggio anche dal resto della potenziale coalizione.

 

Circolano dei nomi, ovviamente, che poi potrebbero già essere oggetto di confronto durante l’assemblea. Resta sempre valida la carta Giancarlo Micozzi, così come quella di Enzo Pierantozzi, mentre non sono da escludere anche opzioni anche a sorpresa, come coinvolgere nel progetto Alduino Tommolini, che ha già lanciato la sua candidatura a sindaco con il gruppo MartinRosa. Gruppo con il quale dei contatti nelle scorse settimane ci sono già stati.