Nereto, assenza assessore, M5S: non possono essere fatti paragoni con la Amabili

Nereto. Alla nostra richiesta di chiarimenti abbiamo ricevuto solo attacchi e il sindaco dà l’impressione di non cogliere la differenza tra assessore e consigliere di minoranza”.

 

Resta aperto il confronto politico, a Nereto, tra il M5S (che ha chiesto lumi sul trasferimento a Roma, per motivi di lavoro, dell’assessore Di Giuseppe) e il sindaco Giuliano Di Flavio, che ha accostato l’assenza dell’amministratore (da un mese con il caso che sarà oggetto di analisi nelle prossime ore) e la lunga defezione on consiglio comunale di Donatella Amabili, e consigliere comunale dei pentastellati, che poi si è dimessa.

 

 

“Teniamo a ricordare“, si legge, “che l’assenza del nostro ex-consigliere Donatella Amabili, di cui parla il sindaco, è stata causata da problemi di salute che l’hanno impossibilitata negli spostamenti ed abbiamo avuto sempre premura di informare ufficialmente gli amministratori circa le sue condizioni, tramite mail di posta certificata.

In riferimento al suo successivo trasferimento in un altro comune, siamo fieri di ribadire che con un atto di grande responsabilità, ha provveduto a cedere il testimone a chi il paese aveva modo di viverlo ogni giorno”.

 

Per quanto riguarda l’assessore alla pubblica istruzione Stefania Di Giuseppe, che per ragioni di natura professionale è fuori città, a breve potrebbe anche essere avvicendata nell’esecutivo.