Alba Adriatica, bilancio e rivalutazione aree edificabili: confronto in consiglio

Ultimo Aggiornamento: lunedì, 30 Ottobre 2017 @ 0:38

Alba Adriatica. Attorno agli indici di rivalutazione delle aree edificabili, ai fini Imu, si accende la polemica in consiglio comunale.

 

L’ultima seduta dell’assise civica, tra le altre cose, è servita per licenziare i due strumenti di natura finanziaria dell’Ente. Il consuntivo 2015 e il bilancio di previsione per l’anno in corso.

 

 

Consuntivo 2015. Il dato economico che emerge è il cosiddetto disavanzo tecnico di 250mila euro circa. Che tutto risiede negli introiti dell’Imu che non sono ancora finiti nelle casse comunali. Una situazione simile a quanto accaduto ad altre municipalità.

 

 

Preventivo 2016. Nel documento di programmazione economica e finanziaria, sono stati previsti maggiori introiti pari a 700mila euro dal gettito Imu. La progressione viene garantita dalla rivalutazione delle aree edificabili, con l’applicazione di parametri giudicati più attuali da parte dell’amministrazione comunale.

 

 

Le opposizioni hanno chiesto di congelare la rivalutazione delle aree (tabelle stilate da una ditta incaricata) perché giudicate inique. La sollecitazione arrivata dalla opposizioni, però, non è stata accolta dalla maggioranza.

 

Su questo argomento, si è discusso a lungo e in maniera animata, senza che le cose mutassero rispetto all’impostazione originaria.