-- HEADER MASTHEAD DESK --
-- HEADER MASTHEAD MOB --

Roseto, parcheggi verdi contro la cementificazione delle aiuole sul lungomare Celommi FOTO e PROPOSTA

Ultimo Aggiornamento: sabato, 28 Ottobre 2017 @ 0:04

Roseto. “Il 20 agosto con le delibere di giunta 96 e 97 l’amministrazione di Roseto ha deciso di distruggere le aiuole fra il lungomare Celommi e via Roma e le zone verdi di via Marina. Non serve ricordare che avere aree verdi sul lungomare è motivo di vanto ed attrattiva turistica, non a caso sono già state rese pubbliche sulla stampa lamentele proprio da parte dei turisti per questa scelta. Ovviamente le aree interessate sono lasciate all’abbandono da anni, senza irrigazione e senza nessun tipo di piantumazione, quasi a volerle distruggere per motivare la loro eliminazione”.

Lo ha dichiarato l’ex candidato sindaco della sinistra rosetana, Marco Borgatti, precisando che “i parcheggi che verranno creati sul lungomare Celommi saranno irrisori in termini numerici ma devasteranno una opportunità ambientale e turistica per Roseto . Da una amministrazioni ci si aspetterebbe la scelta opposta, ovvero attrezzare e mantenere curate tali zone verdi a due passi dal mare. I nostri amministratori hanno scelto invece asfalto e cemento che causeranno sicuramente l’aggravamento dei problemi del deflusso delle acque meteoriche e imbruttiranno ancor di più un lungomare , già lacunoso , che dovrebbe rappresentare il biglietto da visita della nostra città. Nella giornata del 27 agosto ho inviato alla Giunta, al Sindaco, al Dirigente di Settore ed ai consiglieri comunali una proposta per evitare tale scempio, chiedendo un incontro per discuterne allargando l’invito alle principali associazione ambientaliste. La proposta è un’idea concreta che potrebbe garantire la creazione di nuovi parcheggi conservando il verde esistente implementandolo con aree gioco per bambini, aree di attesa e di, aree cani dedicate ed un rinnovo arboreo”.

Per Borgatti “l’idea è di creare dei ‘Parcheggi Verdi’ implementando le delibere o i seguenti progetti attuativi con tale proposta. Tale soluzione, lanciata ed elaborata tecnicamente da Nicola Noè uno dei massimi esperti sul tema, consiste nell’inquadrare il parcheggio non più come luogo dove l’uomo abbandona la natura per salire sull’auto, bensì dove è l’auto ad essere abbandonata e l’uomo torna nel mondo delle piante e dell’aria aperta. Un piano che prevede il mantenimento del verde su cui applicare delle pavimentazioni traspiranti che garantiscono la conservazione del suolo, delle flora , migliorando l’assorbimento delle acque meteoriche e garantendo un paesaggio decoroso vivibile ed appetibile da cittadini e turisti”.

Il “Parcheggio Verde” prevederebbe anche la piantumazione di specie arboree compatibili con il territorio legando ad indici precisi il numero di alberi e spazi per ogni posto auto creato rendendolo fruibile ad uomini ed animali domestici.

“La proposta inviata nel dettaglio ai nostri amministratori è, oltre che ragionevole , indispensabile e rappresenta l’unico modo per garantire parcheggi, ambiente e decoro urbano. Spero che i nostri amministratori non sprechino questa opportunità per Roseto . Invoco alla ragione ed al buon senso dei nostri amministratori. Non distruggete il nostro lungomare”, conclude Borgatti.

Proposta per Il Comune di Parcheggi Verdi

SEGUICI SUI SOCIAL

111,756FansLike
1,569FollowersFollow
5,932FollowersFollow
2,698SubscribersSubscribe
-- FINE ART -

ALTRI ARTICOLI SIMILI

Latest articles

NEWS DALLA TUA CITTA'

Notizie Correlate