Giulianova, Di Teodoro (lista civica Mastromauro) replica al M5S: ‘nessun rischio idrogeologico per l’ex confettificio Orsini’

Ultimo Aggiornamento: giovedì, 2 Novembre 2017 @ 4:36

Giulianova. “Sull’ex confettificio Orsini non sussiste alcun effettivo rischio idrogeologico essendo stato il medesimo escluso all’esito di apposita VAS così come non è rinvenibile alcun pregiudizio a beni di interesse storico”. Così Lorenzo Di Teodoro della Lista Civica Per Francesco Mastromauro Sindaco ha replicato alle accuse del Movimento 5 Stelle.

“A parte, infatti, il confettificio, che risulta salvaguardato – spiega Di Teodoro – in quanto non oggetto di intervento edificatorio, non insistono nell’area di cui si discute edifici di interesse storico ovvero dichiarati tali dalle competenti autorità ed organismi. Il mantenimento dell’originale destinazione dell’area come D4, peraltro ritenuta incongrua dagli organismi sovracomunali a ragione della sua allocazione nel tessuto urbano della città, non avrebbe impedito, inoltre, la realizzazione di abitazioni, attività ricettive, quali ad esempio agriturismi, e produttive e, quindi, la sua urbanizzazione; e ciò risulta tanto più vero ove si consideri che sull’area in questione già insistono da tempo immemore edifici per una superficie complessiva di 800 mq lordi. La destinazione approvata dell’area quale B2A comporterà, invero, la realizzazione di edifici di dimensioni addirittura inferiori rispetto ai fabbricati esistenti, senza alcun vulnus quindi sotto il profilo paesaggistico; a ciò aggiungasi la previsione della necessaria realizzazione di parcheggi e di area verde attrezzata per una superficie complessiva oggetto di cessione da parte del privato pari a 380 mq. Da un punto di vista più generale non può, infine, essere sottaciuto che gli strumenti urbanistici non sono finalizzati alla sola salvaguardia tout court del territorio ma al contemperamento di tale fondamentale obiettivo con quello altrettanto primario e meritevole di tutela della realizzazione dei legittimi interessi dei privati alla valorizzazione delle rispettive proprietà fondiarie, al soddisfacimento delle proprie esigenze abitative, allo sviluppo delle proprie attività imprenditoriali”.

Secondo la lista civica del sindaco Mastromauro “lo stesso confettificio Orsini, che il Movimento 5 Stelle pretende di tutelare con la propria idea di urbanizzazione del territorio, non sarebbe mai sorto nel lontano 1914. Appare evidente, pertanto, la strumentalità delle argomentazioni poste dal Movimento 5 Stelle che, pur di attaccare l’Amministrazione Comunale, propugna tesi non solo non aderenti alla realtà fattuale ma anche svincolate da qualsivoglia addentellato giuridico, infondendo nella collettività timori di sfregi urbanistici e di pericoli per la pubblica incolumità del tutto fuorvianti ed infondati”.