Zero: il romanzo fantasy multisensoriale dello scrittore giuliese Valerio Giovine

Quando il mercato editoriale inizia a perdere il proprio smalto, bisogna ingegnarsi a trovare idee originali per tornare a splendere. E così ha fatto Valerio Giovine, scrittore, compositore e illustratore che con Zero, il suo nuovo romanzo fantasy autopubblicato ha creato un’esperienza di lettura multisensoriale e immersiva.

Zero è un romanzo fantasy di stampo cosmogonico e antropologico fatto di parole, immagini e di musica. Un romanzo illustrato in musica, scritto, disegnato e musicato da Valerio Giovine e supportato da Clouds Industry. Il libro, che presenta una cura minuziosa al design e all’impaginazione, è corredato da illustrazioni e da un cd musicale con la colonna sonora che fa da accompagnamento alla lettura dell’opera. «Ho cercato di fare in modo che musica, immagini e parole si completassero a vicenda dando una visione unica e originale dell’intera opera», spiega l’autore. «Le parole descrivono la fantasia, le immagini colorano il viaggio, e le musiche aggiungono più emotività al tutto».

La trama. Il romanzo narra le vicende epiche che si svolgono nell’Impero di Universo, regolato dalle entità e dall’equilibrio tra i popoli. Dopo la rivolta dei Centauri l’Impero rischia di collassare. Le due entità principali, fratelli tra loro, Luce e Oscurità, si ritrovano ad affrontare un viaggio pericoloso: Luce, divenuto mortale, è ora imprigionato su Cavea, costretto a superare mille ostacoli per riconquistare la propria immortalità; Oscurità parte alla ricerca del fratello e, nel frattempo, scopre una sconcertante verità sul padre. Intanto, tutte le altre entità cercano a fatica di preservare l’equilibrio dell’Impero. Tra popoli in rivolta, cruente battaglie, amori mortali e tradimenti, riusciranno a scongiurare quella che sembra una fine inevitabile?