Università di Teramo, nasce un progetto di formazione in teatro

- SIDEBAR 1 -
- EVO -
Ultimo Aggiornamento: martedì, 12 Ottobre 2021 @ 13:11

Teramo. Quest’oggi, martedì 12 ottobre, è partito ufficialmente il progetto “ForTe”. Si tratta di un’iniziativa che forma gli studenti (universitari e non solo) nel mondo del teatro.

Questa mattina, all’università di Teramo, è stato presentato “ForTe”, il progetto che si basa sulla collaborazione tra l’università di Teramo e l’università Roma Tre.

Questo il format su cui si basa l’iniziativa:

“Formazione in teatro. Gli spazi della musica e dello spettacolo per una didattica innovativa in sicurezza.”

Oltre al lato formativo, il progetto punta ad aprire sbocchi lavorativi nel mondo dello spettacolo, settore in cui sono carenti i professionisti.

- EVO -

Inoltre, non è solo indirizzato alle università perché da Teramo partecipano anche il liceo musicale “Delfico-Montauti” e il liceo coreutico annesso al Convitto Nazionale “Melchiorre Delfico”.

Ci sono quindi sei appuntamenti, di cui tre nei seguenti teatri abruzzesi:

– al teatro comunale “Maria Caniglia” di Sulmona, il 22 ottobre alle 11.00;

– al teatro “Marruccino” di Chieti, il 5 novembre alle 11.00;

– allo “Spazio Matta” di Pescara, il 22 novembre alle 11.00.

Prima dei vari interventi da Roma (online), il progetto è stato introdotto dal prof Christian Corsi, preside della facoltà di Scienze della Comunicazione (università di Teramo). Queste le sue parole:

- EVO -

“Questo progetto è un prezioso collegamento tra didattica e teatro. È sicuramente un risultato importante perché vede una serie di istituzioni che si sono coalizzate per fini formativi. La vittoria di un bando davvero molto competitivo aumenta il prestigio del progetto stesso. Ringrazio la professoressa Paola Besutti per il lavoro svolto.”

Proprio la professoressa Besutti è la promoter numero uno dell’iniziativa che ha commentato così la vittoria del bando:

- EVO -

“Nella primavera del 2020 sembrava impossibile vincere il bando. Ora invece ci siamo e vogliamo tornare in teatro, facendo anche didattica. Hanno aderito ben 80 studenti. Ringrazio infine Luca Versano, partner insostituibile.”

-- ALTRE NEWS 0 --
-- ALTRE NEWS 1 --
- SIDEBAR 2 -

Latest articles

- SIDEBAR 3 -

Notizie Correlate