Teramo, ‘ Virtù’: il murale di Edoardo Ettorre sulla facciata della scuola di Sant’Atto

Ultimo Aggiornamento: venerdì, 11 Giugno 2021 @ 13:31

Teramo. L’artista giuliese, Edoardo Ettorre, ha dipinto il murale sulla facciata della scuola dell’infanzia di Sant’Atto.

Un’opera realizzata per l’iniziativa #InsiemepergliSDG, la campagna di sensibilizzazione a cui ha aderito il Comune di Teramo sugli obiettivi di sviluppo sostenibile promossa dal Ministero degli Affari Esteri in collaborazione con l’Università di Teramo e la Diocesi di Teramo/Atri.

Il titolo del lavoro di Ettorre è dedicato al tipico piatto teramano: le Virtù. “Ho avuto chiaro fin da subito che l’immagine da rappresentare dovesse relazionarsi al contesto che avrebbe poi dovuto abitare (costante nei miei lavori di street art). A questo proposito ho deciso di utilizzare un’immagine che avesse come protagonisti i bambini, reali usufruitori della struttura e futuri sostenitori della causa, ed il cibo, elemento caratterizzante della cultura teramana. Trovo interessante la dinamica che si sviluppa all’interno dell’immagine sottoforma di percorso sia a livello compositivo sia cromatico”.

Per quanto riguarda l’aspetto strutturale, il progetto è suddiviso in tre parti o momenti differenti: in primo piano a sinistra i bambini, attraverso la loro espressione, testimoniano attesa, incertezza, “consapevolezza di una problematica”; a destra, seconda stazione del percorso, i protagonisti, ritratti con in mano un mattarello invitano invece alla partecipazione, solo grazie alla quale si può riuscire ad arrivare al traguardo, al benessere e alla felicità, rappresentati nella parte centrale del lavoro. Dal punto di vista cromatico l’immagine è una metafora di un cammino intrapreso e ancora da concludere.

“I colori utilizzati – precisa Ettorre – richiamano i loghi delle SDG, chiave per riuscire davvero a “colorare” il mondo nella sua interezza e renderlo un posto migliore. Ho utilizzato il bianco e nero anche per rafforzare un concetto nel quale credo molto e trovo senza dubbio pertinente: “senza memoria è impensabile che ci sia futuro”. Nello specifico, le SDG di cui il progetto vuole farsi portavoce sono: fame zero, istruzione di qualità, parità di genere, salute e benessere. Simboli riportati sotto forma di disegni dei bambini, come fossero loro sogni, appesi alla parete. Considero la mensa un’ora di lezione, importante come tutte le altre all’interno delle scuole, perché è un momento di inclusione sociale e convivialità dove si insegna ai bambini il rispetto per il cibo. Il titolo “Virtù” ricorda un piatto unico che si presta ad esaltare il gesto della fratellanza essendo solitamente offerto ai vicini e ai conoscenti”.

L’intenzione del dipinto di Edoardo Ettorre è quella di sensibilizzare gli spettatori riguardo a tematiche attuali di così grande rilevanza e che, nonostante tutto, spesso e volentieri passano addirittura inosservate.

#vaporatefuturum