Teramo, studenti e genitori si esibiscono con l’Orchestra del Gran Sasso

#ricostrui…AMOlanostraidentità

è con questo hashtag che studenti e familiari della scuola secondaria di primo grado di Teramo-Cona si esibiranno il prossimo 30 dicembre in un Concerto che l’Orchestra Popolare del Gran Sasso terrà (in diretta streaming) coordinata da Eugenio Bennato, uno dei Maestri più qualificati nel panorama nazionale della cultura e musica popolare.

“Nel dare notizia di questo straordinario Evento sento di ringraziare i genitori degli studenti per averli supportati nel portare avanti con impegno e consapevole senso di appartenenza un laboratorio messo a dura prova dal Covid e  l’Istituto Internazionale del Teatro del Mediterraneo (Ente capofila del Progetto RaDiCi) per la sensibilità dimostrata nel voler sostenere un significativo esempio di Patto di Comunità e Collettivo, volto al recupero del tempo dei ragazzi, offrendo loro la possibilità di investire quest’ultimo, gratuitamente per le famiglie, in formazione di competenze e personali che in futuro li renderanno liberi di esprimere le proprie personalità – fa sapere M. Letizia Fatigati, dirigente Scolastico dell’IC Falcone e Borsellino Teramo5 – Sento di ringraziare altresì i maestri C.Di Silverstre e G.Guardiani, esperti dell’Istituto Internazionale del Teatro del Mediterraneo e la professoressa F. De Gregoriis, insegnante di lettere e referente d’aula nell’ambito del progetto, per la loro attività di coordinamento grazie alla quale hanno  garantito, agli  studenti della scuola media Teramo-Cona, la frequenza ai corsi in presenza presso l’Auditorium di Santa Maria a Bitetto a Teramo, per poi continuarli in DAD a causa delle restrizioni anti Covid 19. L’Orchestra Popolare del Gran Sasso è stata costituita al termine di un’azione educativa svolta nell’ambito delle attività previste dal Progetto RaDICI, espressione di una importante rete attivata in Abruzzo da 5 organizzazioni del terzo settore, 11 scuole e 17 Comuni delle aree di Teramo e Pescara colpite dal terremoto del 2016″.

E ancora: “I ragazzi della Scuola Media del Polo di Teramo-Cona, ed i loro familiari, si sono avvicinati e hanno sperimentato repertori e melodie popolari, ricostruendo, di fatto e con passione, l’avvenire di una comunità integrata, disorientata dagli eventi sismici e poi di emergenza sanitaria che si sono susseguiti, ma che ha mostrato ancora una volta tutta la forza delle proprie RaDiCi, coinvolgendo studenti, genitori e nonni in un meraviglioso percorso di rivalutazione e ricostituzione di una identità che, con sopportazione e resilienza, si manifesta con passione e amore per la propria terra. Lo scorso 4 Novembre gli studenti hanno registrato singolarmente e in totale sicurezza presso il Conservatorio Braga di Teramo e l’espressione artistico-musicale che ha preso forma andrà in onda sul Canale You Tube di IITMitalia (Istituto Internazionale del Teatro e del Mediterraneo) e sulla pagina Facebook del Progetto “Radici” il prossimo 30 Dicembre 2020 con inizio alle ore 18,30″.