Teramo, il presidente del Consiglio Nazionale Forense in Ateneo

Un incontro per parlare dell’”avvocatura virtuosa”, come recita il titolo del convegno organizzato dall’Ordine degli avvocati della provincia di Teramo e in programma dopodomani, giovedì 12 aprile, nell’aula magna della facoltà di Giurisprudenza, a Coste Sant’Agostino, alle ore 15.30, ma anche per ribadire il ruolo di proposta e stimolo che la categoria svolge a beneficio del funzionamento della stessa giustizia.

“È anche grazie alle nostre continue sollecitazioni – afferma il presidente dell’Ordine, Guerino Ambrosini – che si riescono ad ottenere risultati positivi come ad esempio l’assunzione di nuovi giudici in tribunali carenti di personale come il nostro: Il Consiglio Superiore della Magistratura, come confermatomi dal vice presidente Giovanni Legnini, ha infatti appena messo a concorso tre posti da magistrato destinati ai ruoli ordinari del palazzo di giustizia di Teramo. Una vittoria che rientra a pieno titolo tra i nostri meriti e sulla quale abbiamo a lungo impegnato, d’intesa con il presidente del tribunale Alessandro Iacoboni, le nostre energie. Certo, questi nuovi arrivi non saranno la bacchetta magica che ci consentirà di risolvere il problema, ma di certo contribuiranno ad alleggerire la situazione, che oggi fa registrare paradossali rinvii delle udienze fino a tre anni”.

Il convegno su “L’avvocatura virtuosa” vedrà la partecipazione, secondo una consuetudine che si ripete ormai annualmente a Teramo, dei vertici del Consiglio Nazionale Forense (CNF). Sarà infatti il presidente, Andrea Mascherin, a inaugurare l’evento con un intervento su “Il ruolo dell’avvocato e il suo rilievo costituzionale“. Mascherin parlerà a una platea composta in prevalenza da avvocati teramani, che in provincia sono in crescita e si attestano – secondo le rivelazioni di febbraio 2018 – a 1.216 professionisti, circa 1.600 con i praticanti.

Ricco il programma dell’incontro di giovedì. Precederanno Mascherin nei saluti il presidente dell’Ordine Guerino Ambrosini, il rettore dell’ateneo teramano Luciano D’Amico, l’avvocato Divinangelo D’Alesio, delegato della Cassa Forense, il presidente del tribunale di Teramo Alessandro Iacoboni, il procuratore Antonio Guerriero.

Seguiranno quindi gli interventi degli altri avvocati che rappresentano il CNF: il vice presidente Giuseppe Picchioni, che tratterà il tema “I nuovi parametri e l’equo compenso per l’attività forense”; la segretaria Rosa Capria, che parlerà della “difesa del diritto di difesa nel mondo” e della posizione e delle iniziative del CNF al riguardo; il docente e vice presidente della Scuola Superiore dell’Avvocatura Salvatore Sica, il quale illustrerà i nuovi percorsi della formazione forense; infineLucio Del Paggio, vice presidente della Fondazione Italiana per l’Innovazione Forense, che proporrà un approfondimento sull’assicurazione obbligatoria dell’avvocato.