-- HEADER MASTHEAD DESK --
-- HEADER MASTHEAD MOB --

Teramo, consegnati gli attestati del progetto Gins

Ultimo Aggiornamento: martedì, 28 Settembre 2021 @ 19:42

Teramo. Si è svolta ieri, 27 settembre 2021, la cerimonia di consegna degli attestati ai 23 partecipanti al corso di formazione per “Facilitatori e animatori socioeducativi” che favoriranno l’apprendimento e lo sviluppo personale e sociale dei giovani coinvolti nel progetto “GINS. Giovani protagonisti: Innovazione, Networking e Servizi di sostegno”.

Un progetto selezionato dall’impresa sociale Con i Bambini nell’ambito del Fondo per il contrasto della povertà educativa minorile, e che ha come capofila l’Associazione per lo sviluppo locale ITACA, con numerosi partner sociali e istituzionali. Il corso è stato tenuto dal Centro Sportivo Italiano – Comitato di Teramo, in qualità di partner di GINS. I neo-facilitatori/animatori opereranno negli spazi di aggregazione appositamente creati da GINS (Botteghe per l’Identità Territoriale), promuovendo, sostenendo e accompagnando adolescenti e famiglie attraverso le opportunità di apprendimento, crescita personale e sociale, sviluppo di abilità, creatività, volontariato. A ogni facilitatore selezionato sarà riconosciuta una borsa lavoro di 1.800 euro lordi per 150 ore di attività. Il corso, della durata totale di 80 ore complessive, si è svolto in dieci incontri della durata di 4 ore ciascuno in presenza, più 40 ore dedicate alla realizzazione di formazione sul campo e un project work finale. Sempre ieri si è svolta una riunione per l’avvio delle attività del progetto durante la quale ogni partner ha spiegato il proprio ruolo e il cronoprogramma. A partire da ottobre i partner che interagiscono con le scuole prenderanno contatti e entro novembre inizieranno le attività. Le botteghe verranno messe a punto entro fine ottobre.

L’Abruzzo fa registrare una maggiore povertà educativa rispetto alla media nazionale (IPE 108,1 – 6° posto a livello nazionale) e minori opportunità di resilienza per i bambini e gli adolescenti. Diventa pertanto fondamentale contrastare i fenomeni di esclusione. Il Progetto GINS vuole fornire agli adolescenti nella fascia di età 14-17 anni un contributo nella definizione del loro progetto di vita e del loro futuro. L’obiettivo è aumentare i livelli di benessere, opportunità di crescita culturale ed educativa per 750 adolescenti che vivono in situazione di fragilità sociale, culturale ed economica nelle aree di intervento della Provincia di Teramo. Il progetto si articola su quattro linee di intervento: Botteghe di identità territoriale, con la creazione di quattro botteghe (a Teramo, Isola del Gran Sasso d’Italia, Cellino Attanasio e a Martinsicuro) come spazi accessibili e creativi. All’interno delle stesse sono previsti laboratori sull’imprenditorialità, laboratori per la creazione di percorsi turistici, musicali ed esperienziali, previste anche attività di supporto scolastico; Sostegno Psicosociale all’interno di quattro scuole; Scuole Aperte, con campus estivi durante i quali i ragazzi potranno seguire laboratori musicali e praticare sport con l’apertura delle 4 strutture scolastiche in orari extracurricolari; Comunità educante, con l’obiettivo di ri-attivare la comunità educante, attraverso la realizzazione di incontri in-formativi, di laboratori di parent training e di attività di animazione oltre alla sperimentazione della dote di comunità che consiste in un voucher da assegnare alle famiglie in stato di bisogno per incoraggiarne la partecipazione a attività culturali, formative e ricreative e per l’acquisto di servizi utili alla crescita e alla formazione degli adolescenti.

“Ieri abbiamo consegnato gli attestati ai neo-formatori – commentano la responsabile amministrativa e finanziaria e il project manager rispettivamente Simonetta Amoroso e Alessandro Santone – che a breve si occuperanno delle attività progettuali dedicandosi in particolare alle Botteghe. Un ringraziamento al Presidente del CSI Teramo, Angelo De Marcellis, e a tutto il suo staff per il prezioso lavoro messo in campo e in bocca al lupo a tutti per le attività che verranno avviate”.

Il progetto è stato selezionato da Con i Bambini nell’ambito del Fondo per il contrasto della povertà educativa minorile. Il Fondo nasce da un’intesa tra le Fondazioni di origine bancaria rappresentate da Acri, il Forum Nazionale del Terzo Settore e il Governo. Sostiene interventi finalizzati a rimuovere gli ostacoli di natura economica, sociale e culturale che impediscono la piena fruizione dei processi educativi da parte dei minori. Per attuare i programmi del Fondo, a giugno 2016 è nata l’impresa sociale Con i Bambini, organizzazione senza scopo di lucro interamente partecipata dalla Fondazione CON IL SUD. www.conibambini.org.

-- FINE ART -
-- ART CORR OUTB --
-- ALTRI ART CORR -- -- ALTRE NEWS --

Latest articles

NEWS DALLA TUA CITTA'

Notizie Correlate