-- HEADER MASTHEAD DESK --
-- HEADER MASTHEAD MOB --

Teramo, 700 anni dalla morte di Dante: inaugurata la mostra “Commedia-Commedie”

Ultimo Aggiornamento: mercoledì, 3 Novembre 2021 @ 19:35

Teramo. Mercoledì 3 novembre 2021 si è aperta la mostra “Commedia-Commedie. Suggestioni dantesche nelle illustrazioni di Doré, Dalì, Coccia e Melarangelo”, aperta al pubblico dal 3 al 13 novembre 2021 presso la Sala Espositiva comunale di Via Nicola Palma a Teramo.

Il patrimonio artistico presente nell’esposizione è stato portato, nel corso del 2021, al Santuario di San Gabriele, a Roseto degli Abruzzi a Pescara, grazie al Progetto internazionale “Per l’alto mare aperto… – APPRODI NELLE ISOLE DANTESCHE”, sostenuto e patrocinato dal MiC e dal Comitato nazionale per le Celebrazioni dei 700 anni, che vede la Fondazione Pasquale Celommi onlus, in qualità di capofila, il Comune di Teramo e l’Università degli Studi di Teramo come Comitato promotore regionale, in congiunzione con numerosi Enti e Istituti scolastici della Regione Abruzzo.

La mostra è stata organizzata in collaborazione con il Comune di Teramo e i Licei “Delfico-Montauti”, “G. Milli” e “Melchiorre Delfico” di Teramo, con i quali la Fondazione ha stipulato una convenzione PCTO (ex alternanza scuola-lavoro) grazie alla quale gli studenti delle suddette scuole saranno le guide museali per tutta la durata della mostra, nella fascia oraria mattutina. Presenti all’inaugurazione tutti gli studenti coinvolti, settantatré, accompagnati dai propri docenti e Dirigenti Scolastici.

Ad aprire l’inaugurazione il saluto del Comitato promotore Viriol D’Ambrosio,seguito dall’Assessore alla Cultura della Città di Teramo Andrea Core, hanno concluso Dino Mastrocola, Magnifico Rettore dell’Università degli Studi di Teramo, seconda componente del suddetto Comitato, Maria Letizia Fatigati, Dirigente Scolastica dell’I.C. “Falcone e Borsellino” – Teramo 5, le Dirigenti e Professoresse degli Istituti d’Istruzione Secondaria coinvolti, Loredana Di Giampaolo, Marie Paour e Rosaria Persia. L’intervento di Alberto Melarangelo, figlio dell’artista teramano Sandro Melarangelo cui è dedicata un’intera sezione della mostra, ha chiuso i saluti insieme con quelli di Luigi Ianni, professore, scrittore e appassionato del poema dantesco, che ha formato i ragazzi partecipanti al PCTO.

La mostra

Tre nazionalità e tre epoche diverse: le visioni del percorso dantesco sono, infatti, quelle del francese Gustave Doré (Strasburgo, 6 gennaio 1832 – Parigi, 23 gennaio 1883), dello spagnolo Salvador Dalì (Figueres, 11 maggio 1904 – 23 gennaio 1989) e dell’italiano, ancora in attività, Renato Coccia. Un artista per ognuno degli ultimi tre secoli cui sono tangibili le diverse sensibilità, interpretazioni e tecniche utilizzate, consentendo al visitatore di percorrere spazi immaginari e rivivere suggestioni dantesche attraverso significativi rimandi tra parole e immagini. Una volta fuori, “a riveder le stelle”, il viaggio nell’universo dantesco non giunge al termine. Il percorso prosegue verso una sezione della mostra in cui è ospitata una visione dell’Inferno particolarmente emozionale. Si tratta della rappresentazione dell’Inferno del pittore teramano Sandro Melarangelo che Fulvia Celommi, attraverso la lettura e il commento dell’Inferno di Dante, ispirò nel rappresentare visivamente i versi del sommo Poeta.

Il Comitato Promotore è orgoglioso della fortuna e della curiosità che il progetto “Per l’alto mare aperto… – APPRODI NELLE ISOLE DANTESCHE” ha suscitato nella cittadinanza e soprattutto negli Istituti scolastici, Enti pubblici e del Terzo Settore che hanno accolto con entusiasmo l’idea di creare un partenariato forte e compatto, tutto abruzzese. È per questo che il Comitato ringrazia i partner:
Si ringraziano tutti gli Enti che hanno fornito il Patrocinio, che hanno collaborato e gli Sponsor: il Ministero della Cultura, il Comitato Nazionale per le celebrazioni dei 700 anni dalla morte di Dante Alighieri, la Regione Abruzzo, la Provincia di Teramo, il Comune di Teramo, l’Università degli Studi di Teramo, la Fondazione Tercas, il Rotary Club di Teramo, il BIM Vomano-Tordino, Roscioli Development Group S.r.l., l’Archivio di Stato di Teramo e gli Enti e le Istituzioni scolastiche che hanno collaborato per il Progetto “Per l’alto mare aperto… – APPRODI NELLE ISOLE DANTESCHE”: Liceo Delfico-Montauti, Liceo “G. Milli”, Liceo Scientifico “Einstein”, Liceo Scientifico e Coreutico annesso al Convitto Nazionale “M. Delfico”, l’Istituto d’Istruzione Superiore “Di Poppa- Rozzi” di Teramo, IC “Savini-San Giorgio-San Giuseppe” e IC Teramo 4 di San Nicolò a Tordino di Teramo, Amici di San Gabriele dell’Addolorata e Museo Stauròs di Isola del Gran Sasso D’Italia (TE), Comune di Roseto degli Abruzzi (TE), Fondazione Luciano Russi, Istituto Internazionale del Teatro Mediterraneo – sez. italiana di Teramo, Associazione Culturale “Laboratorio ArtiBus” di Vasto (CH), Fondazione Studi Celestiniani per la Pace di L’Aquila, IC Montorio-Crognaleto (TE), IC “Maria Montessori” di Civitella del Tronto-Torricella Sicura (TE), IC “Rossetti” di Vasto (CH), Polo Liceale Statale “Saffo” di Roseto Degli Abruzzi (TE), IIS “V. Moretti” di Roseto degli Abruzzi (TE), Liceo Artistico “Grue” di Castelli (TE), IC Giulianova 1 (TE).

L’entrata è gratuita ed è possibile visitarla dal lunedì al giovedì dalle 9:30 alle 13:30, venerdì e sabato dalle 9:30 alle 13:30 e dalle 17:00 alle 19:00.

Teramo, 700 anni dalla morte di Dante: inaugurata la mostra "Commedia-Commedie"

-- FINE ART -

ALTRI ARTICOLI SIMILI

Latest articles

NEWS DALLA TUA CITTA'

Notizie Correlate