Salviamo la mediateca comunale: l’iniziativa dell’associazione Blow Up

L’Associazione Culturale Blow Up ha avviato un percorso per il salvataggio dell’archivio audiovisivo che per 10 anni (dal 2009 al 2018) ha costituito la Mediateca Comunale della città di Grottammare; una ricchezza composta da oltre 15000 titoli, di cui 12000 DVD e il resto VHS.

 

Ricco il patrimonio presente: film non più in distribuzione, opere teatrali, opere liriche, concerti, format televisivi quasi tutto il cinema d’autore dalle origini ai primi anni Duemila, film del cinema muto e del cinema d’essai di tutti i tempi L’archivio ha per Grottammare e per tutto il territorio un valore culturale inestimabile, ma è di proprietà di un privato che per motivi personali non può più garantirne la disponibilità. “A supportare la nostra iniziativa”, spiegano gli attivisti dell’associazione, “c’è il Comune di Grottammare che continuerà a garantire uno spazio e un contributo annuale per mantenere in vita questo progetto… adesso ci mancano solo i fondi necessari per recuperare l’intero archivio! Sappiamo bene di vivere in un’epoca digitale, che la cultura sembra a portata di clic o che basta pagare un abbonamento per avere la visione di un film on demand, ma siamo anche convinti che tutto questo risponde a delle logiche delle grandi compagnie che soddisfano più le necessità del mercato che non la curiosità e la crescita culturale di ciascun libero individuo. Da qui il nostro impegno nel voler salvaguardare un luogo fisico, dove poter scegliere cosa vedere, dover poter trovare perle rare delle quali internet si è dimenticato, inoltre il servizio garantirebbe a scuole e insegnanti la fruizione di questi capolavori per la formazione dei propri studenti. Il valore di questa missione è stato riconosciuto anche da un importantissimo istituto nazionale come la FIC – Federazione Italiana Cineforum, alla quale siamo associati da 25 anni, che ha deciso di supportarci e diffondere la notizia attraverso i suoi canali.

 

COSA FAREMO QUANDO RIUSCIREMO A RECUPERARE L’ARCHIVIO?

 

Potremo ripristinare il servizio di mediateca o di archivio audiovisivo restituendo così alla comunità questo patrimonio culturale, prendendo in considerazione l’idea di metterlo al sicuro quanto prima con un processo di digitalizzazione e backup che ne garantirebbe la conservazione, soprattutto pensando alle rarità e ai film più datati ed introvabili e considerando l’attuale estinzione del formato VHS e la futura estinzione del formato DVD e dei relativi lettori. Il progetto è ambizioso, ma siamo fortemente convinti dell’importante servizio alla comunità che vogliamo tutelare e garantire nel tempo anche a chi verrà dopo di noi.

 

ABBIAMO BISOGNO DI TUTTI VOI puoi aiutarci donando puoi convincere qualcun altro a donare puoi parlare di noi ai tuoi amici puoi ricondividere i nostri contenuti social puoi fare la spesa e lasciare un contributo nei bussolotti che trovi nei negozi aderenti puoi donare durante i nostri appuntamenti settimanali puoi donare partecipando ai nostri eventi