Roseto, classe del “Moretti” vince il premio “I futuri geometri progettano l’accessibilità”

Si terrà giovedì 12 novembre, alle ore 11.00, sulla piattaforma Zoom, la premiazione dell’ottava edizione del Concorso Scolastico Nazionale “I futuri geometri progettano l’accessibilità”, organizzato da FIABA Onlus e dal CNGeGL – Consiglio Nazionale Geometri e Geometri Laureati – in collaborazione con il Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca, la Cassa Geometri e la Fondazione Geometri Italiani e con il sostegno di GEOWEB S.p.A. e KONE – rivolto agli studenti degli Istituti Tecnici con indirizzo Costruzione, Ambiente e Territorio di tutta Italia.
Tra i vincitori, con il terzo posto nella categoria “spazi urbani, percorsi o aree pedonali, piazze, aree verdi e viabilità” con il progetto dal titolo DisABILITA’, diamo una spinta alle idee! la classe quinta C.A.T. dell’ ISTITUTO ISTRUZIONE SUPERIORE “V.MORETTI”  Roseto degli Abruzzi, guidato dal dirigente scolastico prof.ssa Sabrina Del Gaone, coordinati dalla prof.ssa Arch. Angela Mascia.
Il progetto premiato si propone di rendere fruibile anche alle persone con limitate capacità motorie e sensoriali il centro abitato del Comune di Roseto degli Abruzzi, in particolare rendendo accessibili i sottopassi ferroviari mediante la riprogettazione del contesto, con un’attenzione particolare per gli spazi (dimensioni dei percorsi pedonali) e per l’ambiente (murales con pitture ecologiche prive di sostanze chimiche, in grado di catturare gli inquinanti aerei), coinvolgendo la sfera sensoriale dei cittadini con accorgimenti tecnici (percorsi tattili), visivi (murales), uditivi (semafori sonori).
Partner del progetto il Comune di Roseto degli Abruzzi con il quale l’Istituto Moretti collabora per la stesura del Piano per l’Eliminazione delle Barriere Architettoniche (P.E.B.A.).
SOSTIENI CITYRUMORS
Svolgiamo il nostro lavoro con continuità e professionalità, tutti i giorni con notizie puntuali e gratuite.
Questo lavoro ha un costo, per questo abbiamo bisogno di te e del tuo aiuto.
Diventa un sostenitore attivo di cityrymors, anche con un contributo minimo, fondamentale per il nostro lavoro.
CLICCA QUI e diventa un sostenitore di cityrumors
Grazie! La Redazione.