Nauticinblu: cento studenti alla scoperta dell’Amp Cerrano

Pineto. L’Area Marina Protetta Torre del Cerrano ospita oggi, 12 aprile 2021, il progetto “Nauticinblu” di Marevivo, realizzato con il sostegno di Msc Foundation.

Una giornata di educazione ambientale durante la quale sono collegati alla Torre di Cerrano cento studenti dell’Istituto Nautico di Bari. “Nauticinblu” è, infatti, un percorso di didattica a distanza che coinvolge circa 1500 studenti l’anno degli Istituti Nautici di tutta Italia con l’obiettivo di fornire nuove competenze a completamento della loro formazione, includendo la tutela dell’ambiente e la sostenibilità delle risorse marine. Marevivo in questo progetto privilegia collegamenti esterni con Aree Marine Protette, Centri di recupero tartarughe, Centri subacquei in immersione e visite virtuali nei musei.

I vertici dell’AMP Torre del Cerrano hanno accolto con molto favore il progetto, accettando di collaborare attivamente con Marevivo a questa iniziativa con un incontro dedicato alle aree protette marine e al museo del mare allestito nella Torre e si apre a future visite dell’Istituto Nautico di Ortona che fa parte del progetto. “Siamo molto orgogliosi di dare il nostro contributo a questo progetto – commenta il Presidente dell’AMP Torre del Cerrano, Fabiano Aretusi – abbiamo infatti accolto con favore e entusiasmo la proposta di Marevivo di organizzare questa giornata di educazione ambientale a Torre Cerrano. Nell’attesa di poter tornare presto a ospitare in presenza gli studenti li portiamo, grazie alla tecnologia, nella nostra Area Marina Protetta. Ringrazio Marevivo, in particolare la segretaria generale Maria Rapini, per aver scelto la nostra realtà per questo significativo progetto”.

“Siamo felici di poter realizzare questa diretta da Torre del Cerrano, – dichiara la segretaria generale di Marevivo Maria Rapini – uno dei simboli dell’Abruzzo e luogo ricco di fascino oltre che di biodiversità. Gli studenti coinvolti avranno modo di conoscere questa terra e le attività che vengono organizzate nell’Area Marina Protetta con particolare attenzione anche al Museo del Mare. Ringrazio il Presidente dell’AMP Fabiano Aretusi per l’accoglienza con l’auspicio di ritrovarci presto, in presenza, con le varie classi coinvolte in questo e altri progetti”.