Mosciano, due giorni di manifestazioni per il 25 aprile

Mosciano. “Testimoni di pace. Testimoni di libertà”. Questo l’evento che domani mattina alle ore 10 si terrà presso la sala don Giuseppe Picchini a Mosciano Sant’Angelo.

 

La manifestazione, organizzata dall’amministrazione comunale di Mosciano Sant’Angelo, vede protagonista Ugo Foà, testimone delle leggi antiebraiche in Italia nel 1938, che parlerà ai ragazzi delle terze medie della scuola di Mosciano Sant’Angelo e a quelli delle quinte del liceo scientifico “Marie Curie” di Giulianova.

“L’evento è aperto a tutti, ma abbiamo ritenuto fosse indispensabile coinvolgere le scuole del territorio, vista soprattutto l’importanza del personaggio”, sottolinea Luca Lattanzi vicesindaco con delega alla cultura.

“Ospitare Ugo Foà a Mosciano Sant’Angelo è un’occasione importante per la nostra comunità che avrà la possibilità di ascoltare un testimone vivente di quella orrenda pagina che è stata, nella nostra storia, l’emanazione delle leggi razziali”,continua Lattanzi che pone l’accento sul programma culturale per il 25 aprile.

“L’incontro con Ugo Foà inaugura la due giorni che, come amministrazione comunale, abbiamo deciso di dedicare alla festa della Liberazione. Il 24 aprile un incontro con un relatore illustre sul significato della libertà; mentre, la mattina del 25 aprile, presso il monumento ai caduti ci sarà la deposizione di una corona di fiori. L’omaggio ai caduti per la libertà, dunque, si sostanzia in due momenti: uno di riflessione e testimonianza, l’altro il doveroso omaggio ai caduti”, conclude Lattanzi che ringrazia l’associazione Progetto Memoria di Roma per il supporto nell’organizzazione e per aver reso possibile la presenza di Ugo Foà a Mosciano Sant’Angelo.