Istituto Teramo 5: gli studenti incontrano l’attore Massimiliano Finazzer Flory

“Andiamo a vincere”: è con questa esortazione che il vicepresidente della multinazionale Bosch ha aperto stamane l’incontro curato dallo staff “Allenarsi per il futuro” a favore degli studenti delle scuole medie di Villa Vomano, Teramo Cona, Basciano e Cermignano.

Il tema è stato quella della creatività del genio di Leonardo Da Vinci, l’ospite d’onore è stato l’attore e regista Massimiliano Finazzer Flory. “Per conoscere bisogna amare e per amare bisogna conoscere”: questa una delle profonde riflessioni che il regista ha dedicato ai ragazzi collegati in presenza a scuola dalle classi prime e da casa per le seconde. “L’attore si è soffermato molto sul ruolo straordinario che la Natura ha avuto nella produzione artistica e non solo del Genio, parlando agli studenti di Passione, Desiderio per la conoscenza, Cuore, ma anche di necessario bisogno di organizzare tutto ciò in metodi di studio e di lavoro proficui e strutturati”.

La volontà e il desiderio, solo se accompagnati da impegno e tenacia, portano ogni ragazzo ad un futuro di realizzazione personale e professionale. In tal senso preziosi sono stati gli interventi di Francesca Bosco, Alessandro Trimarchi ed Elisa Zanca, responsabili del Progetto di Orientamento Bosch-Randstand, che “hanno esortato gli studenti a curare le proprie passioni con studio e “allenamento” quotidiano, al fine di non farsi trovare impreparati di fronte alle occasioni che la vita propone”.

Il Dirigente scolastico, prof.ssa M. Letizia Fatigati, in apertura dell’evento ha ringraziato il dott. Roberto Zecchino per la disponibilità dimostrata nella collaborazione con l’Istituto, “offrendo una grande occasione formativa agli studenti collegati, un pensiero anche per il collegio dei docenti ed in particolar modo per i professori che hanno permesso la realizzazione del collegamento, Walter Ciaffoni, Donatello Laielli e Lisa Giancola”.

Il Sindaco della città di Teramo, Gianguido D’Alberto, da Roma per impegno istituzionale, ha salutato gli studenti e ha sottolineato loro “l’importanza di non cedere mai alla superficialità, alla noia, dedicando al contrario tempo ed energie allo studio e alla propria formazione”.