Isola del Gran Sasso, solidarietà ed ambiente: le nuove “opere” per il banco alimentare

Le iniziative del “Banco F.A.M. Gran Sasso” di Genius Loci e della rete “IsolAmici PaccoCondiviso” sul territorio della Valle Siciliana non conoscono sosta e, anche per la Pasqua, il laboratorio guidato dalle sapienti mani di Rita Di Cristoforo, torna a trasformare il materiale riciclabile in vere e proprie “opere” che saranno vendute nei giorni prima della festività per raccogliere fondi da destinare alle iniziative del banco alimentare di Isola del Gran Sasso.

Un format che ha già avuto un enorme successo nel periodo di Natale quando, in tanti, risposero alla “chiamata”, con una raccolta fondi che è riuscita a far entrare in cassa ben 1700 euro. “Squadra che vince non si cambia”, dunque, e lo stesso vale per i progetti. Anche questa volta, guidate da Rita, e coordinate da Amelide Francia (in rappresentanza del direttivo di Genius loci e delegata del banco F.A.M.), le volontarie si sono rimesse all’opera per trasformare materiali destinati alla raccolta differenziata in splendidi fiori, alberelli e ghirlande. Un bel modo per conciliare il riuso (e quindi il rispetto per l’ambiente) con la solidarietà.

Per rispettare le norme anti contagio la vendita avverrà su appuntamento, ma dal Banco F.A.M. sono certi che questo non limiterà la voglia di aiutare il prossimo già dimostrata nei mesi scorsi dai cittadini.

“Con i fondi raccolti a Natale – rendicontano Amelide Francia e Lorella Di Giuseppe, del direttivo – siamo riusciti ad acquistare diversi alimenti e a provvedere al pagamento delle spese legate alla logistica e al trasporto degli alimenti stessi. Grazie a questa nuova iniziativa, inoltre, riusciremo a riutilizzare anche i tappi di plastica delle bottiglie, creando dei piccoli loghi da utilizzare nelle composizioni e, allo stesso tempo, evitando che vadano dispersi nell’ambiente. Quello che ci preme sottolineare, inoltre, è la collaborazione incredibile mostrata da tutti, a partire dai soci per arrivare ai cittadini. Non solo per questa bella iniziativa, ma per tutti i progetti che stiamo portando avanti nei territori di Isola, Colledara, Tossicia, Castelli e Castel Castagna”. Quello del Banco, infatti, rappresenta un vero e proprio modello da emulare, fatto di sostegno reciproco e volontà di mettersi a disposizione del prossimo.

“Negli ultimi tempi – aggiungono Francia e Di Giuseppe – sta crescendo anche la collaborazione con tutte le associazioni del territorio e un banco di prova importante, e che ha riscosso un enorme successo, è stato il “Banco Farmaceutico” organizzato nel mese di febbraio. Un’iniziativa che ha visto impegnato per una intera settimana tanti volontari e che si è caratterizzata anche dalle convenzioni sottoscritte con tutte le farmacie del territorio. Anche in quella occasione abbiamo riscontrato un enorme partecipazione da parte dei cittadini che ci ha permesso, in un lasso di tempo molto breve, di raccogliere ben 541 farmaci da banco da distribuire a coloro che ne hanno bisogno, soprattutto i bambini. Inoltre, e ne siamo orgogliose, è partito il progetto del “farmaco sospeso” che ci permetterà di continuare la raccolta 365 giorni all’anno. Tutto questo – è la sottolineatura – non sarebbe possibile senza il sostegno delle tante associazioni del territorio, dei volontari e della dottoressa Romina Petrucci che ci aiuta nella veste di responsabile sanitario”.

Per acquistare le opere realizzate dalla squadra di Rita basta una donazione. Per informazioni contattare IsolAmici PaccoCondiviso o il Banco F.A.M. al 349 555 2666.