Mia per sempre: il femminicidio raccontato da Cinzia Tani

Ultimo Aggiornamento: sabato, 4 Novembre 2017 @ 12:03

Teramo. Il fenomeno del femminicidio in tutte le sue sfaccettature (psicologiche, sociali, legali), le responsabilità dell’informazione nel trattare i casi di cronaca, l’importanza dell’educazione e della prevenzione, il ruolo della donna nella società.

 

 

Di tutto questo ha parlato sabato pomeriggio la scrittrice e giornalista Cinzia Tani, volto noto della Rai, al Fai Salotto, l’appuntamento mensile organizzato dalla Delegazione di Teramo del FAI – Fondo Ambiente Italiano. Tanti i teramani che hanno partecipato all’incontro nella sala consiliare del Municipio. Cinzia Tani ha presentato il suo ultimo libro, “Mia per sempre” (Mondadori, 2013), in cui affronta alcuni tra gli ultimi e più efferati delitti che hanno visto le donne vittime di mariti e compagni violenti, scavando alle radici del problema. All’evento, introdotto dalla responsabile del Fai Salotto, Laura De Berardinis, e moderato dal giornalista Alessandro Di Emidio, hanno partecipato il Capo delegato del FAI di Teramo, Franca Di Carlo Giannella, l’assessore alle politiche sociali del Comune di Teramo, Giorgio D’Ignazio, e l’assessore alla pubblica istruzione, Piero Romanelli.

Quest’ultimo, tra l’altro, è amico di lunga data di Cinzia Tani, originaria di Nereto e solita trascorrere, da ragazza, le vacanze estive a Giulianova. Numerose le amiche della scrittrice che hanno partecipando al Fai Salotto accogliendola calorosamente a Teramo. Presenti in sala anche il presidente dell’associazione Teramo Nostra, Piero Chiarini, il direttore del Polo museale di Teramo, Paola Di Felice, il presidente dell’Airc, Titti Fasulo, e l’avvocato Manola Di Pasquale.