-- HEADER MASTHEAD DESK --
-- HEADER MASTHEAD MOB --

Alba Adriatica, “la scultura”: il film di Capece sbanca anche a New York

Ultimo Aggiornamento: giovedì, 2 Novembre 2017 @ 5:45

Alba Adriatica. Il Film La Scultura, scritto da Mauro John Capece e Corinna Coroneo, fa il carico di premi anche al New York City International Film Festival 2016.

 

 

 

In una cornice meravigliosa come il Dolby Theatre (Oscar Theatre) di New York riporta a casa i seguenti premi: Miglior Film Internazionale; Miglior Regista (Mauro John Capece); Miglior Attrice (Corinna Coroneo).
Il Regista Mauro John Capece, pioniere nel fare cinema e nel finanziare film in modo innovativo fa cinema dal 2002 e i suoi film sono stati selezionati presso importanti rassegne nazionali e internazionali.
“Il successo internazionale ai Festival de La Scultura e la sua successiva distribuzione nel mondo ci fanno capire quanto sia importante e godibile la cultura italiana, che tanto viene disprezzata in patria (e poco valorizzata) ma che all’estero è una leva importantissima. Per ora siamo riusciti a distribuire il film all’estero ma in Italia non abbiamo ancora richieste e ritengo che sia un paradosso. Speriamo di trovare una distribuzione dopo la proiezione che viene organizzata dal nostro distributore americano a Le Marché du Film del Cannes Film Festival”.

 

 
Il Film La Scultura parla di amore, di arte calpestata, di Prostituzione e della situazione dell’Arte in Europa.
La Scultura è ambientato in Italia le vicende traggono spunto da un percorso esistenziale inversamente proporzionale che i due protagonisti della vicenda, Mosè e Korinne, compiono nel momento in cui le loro vite si incrociano.
Mosè è uno scultore dal grande talento che, pur essendo assorbito dalla propria arte, sperimenta ogni giorno quanto sia difficile sopravvivere da artista in Italia e sulla soglia del lastrico economico, decide di affittare una stanza della sua casa a Korinne, donna affascinante, elegante e silenziosa, che per vivere fa la “escort”.

 

 

 
Korinne è profondamente e serenamente convinta che il denaro facile e la bellezza estetica siano lo scopo primario dell’esistenza.
L’incontro tra Mosè e Korinne sfocia in una love story che cambierà le loro vite per sempre.
Mosè decide di seguire la strada di Korinne, ossia prostituirsi per un guadagno facile e migliore, giungendo ad incontrare una morte violenta e immotivata (è infatti brutalmente picchiato da due criminali che detengono il controllo della prostituzione nella zona in cui l’uomo decide di “battere”).
Korinne invece scopre il fascino dell’arte e, soprattutto, si avvicina sempre di più a quell’ideale di vita ascetica e meditativa nella quale Mosè l’ha dolcemente indotta e avvicinata.
Il Film presentato al World Film Festival di Montreal ha fatto il giro del mondo vincendo 37 Awards presso 32 Rassegne internazionali.
Nel film, assieme a Corinna Coroneo, vincitrice di 6 Awards per la sua interpretazione, hanno anche recitato Adrien Liss che intepreta lo scultore, vincitore di 1 Awards nonché Pierpaolo Capovilla, Flavio Sciolè, Gabriele Silvestrini e Kyrham. Costantina Giagnorio, Make Up Artist –truccatrice , è nella troupe del film La Scultura
In cantiere c’è un nuovo Film, realizzato dallo stesso Team de La Scultura dal titolo Sfashion. Il film Sfashion prodotto da Bielle Re parlerà della “Via Crucis” di un’imprenditrice del mondo della moda, traendo spunto dalle vicende di attualità che vede molti dirigenti di grandi Brand italiani chiudere i battenti arrendendosi alle cartelle esattoriali, alla “rigidità” del sistema bancario e alla competizione impari con paesi emergenti quali la Cina ed è prodotto da Giuseppe Lepore della Società Bielle Re e uscirà presto nelle sale italiane.

SEGUICI SUI SOCIAL

111,756FansLike
1,569FollowersFollow
5,933FollowersFollow
2,698SubscribersSubscribe
-- FINE ART -

ALTRI ARTICOLI SIMILI

Latest articles

NEWS DALLA TUA CITTA'

Notizie Correlate