Giulianova, Tesori di Fattoria al via nel ricordo di Massimo Cerasi

Ultimo Aggiornamento: sabato, 28 Ottobre 2017 @ 19:58

da_sx._Cinzia_Cerasi_Giorgio_De_Fabritiis_Francesco_Mastromauro_Domenico_Falcone_e_Dino_Matrocola2Giulianova. Al via la nona edizione di Tesori di Fattoria. Apertura ufficiale ieri sera, nonostante il maltempo, in Piazza della Libertà e Belvedere di Giulianova alta, senza però la sfilata dei trattori d’epoca. Presenti all’inaugurazione Domenico Falcone, Presidente della Cia Abruzzo; Francesco Mastromauro, Sindaco della Città di Giulianova; Dino Mastrocola, Preside della Facoltà di Agraria dell’Università di Teramo, Giorgio De Fabritiis, Presidente della Cia di Teramo e la madrina della manifestazione, Cinzia Cerasi, moglie dell’ex Presidente della CIA di Teramo Massimo Cerasi e ideatore della manifestazione, insieme ai figli Piergiorgio e Federica.
Dopo aver consegnato le borse di studio del III Premio Massimo Cerasi, tutti i presenti hanno voluto ricordare la figura dell’ex Presidente della Cia, scomparso prematuramente.
“La nostra città non dimenticherà un suo illustre concittadino – ha dichiarato Mastromauro – credo che se Tesori di Fattoria è diventata una delle manifestazione più importanti d’Abruzzo, deve essere ricordato proprio per questo motivo”.
Anche il Preside della Facoltà di Agraria, Dino Mastrocola, ha preso la parola: “Con questo premio onoriamo la sua figura e il suo mondo agricolo. Premiare questi giovani è il segno evidente che Massimo vive attraverso questi giovani laureandi.
Toccante e sentito il ricordo del successore, Giorgio De Fabritiis: “Per il quarto anno consecutivo la manifestazione si svolge senza la presenza del suo ideatore. Per noi è rimasta una grande ferita che solo il tempo potrà rimarginare continuare sul tracciato di Cerasi è il segno evidente che la CIA di Teramo porterà avanti il suo progetto.
“I Tesori di fattoria è una manifestazione nazionale della CIA, per valorizzare le produzioni agricole tipiche e di qualità del territorio provinciale – ha affermato il Presidente regionale della CIA, Domenico Falcone – sia per  offrire ai consumatori una guida per orientarsi negli acquisti, ma anche far conoscere l’origine dei nostri prodotti. Il caro petrolio e il costo della vita sta mettendo in ginocchio un’intera categoria ribadiamo che in tutte le sedi istituzionali, la Cia porterà avanti le istanze dei lavoratori del mondo agricolo”.
Al termine della cerimonia d’inaugurazione, la Cia di Teramo, ha proiettato l’ultima intervista fatta all’ex Presidente, con un commovente applauso, è stata salutata l’apertura della 9ª  edizione de “Tesori di Fattoria 2010”.