Teramo, San Francesco di Sales con Lorena Bianchetti

Ultimo Aggiornamento: venerdì, 3 Novembre 2017 @ 10:11

bianchetti1Si è ripetuto anche quest’anno il tradizionale incontro dei giornalisti al vescovado di Teramo per commemorare San Francesco di Sales. Ospite d’eccezione Lorena Bianchetti, la bella conduttrice di “A sua Immagine”, il programma della Rai che tratta argomenti legati soprattutto al mondo cattolico e della religione.

Ha portato all’attenzione dei presenti la sua esperienza di comunicatrice, della necessità e soprattutto dell’obbligo che ha un giornalista nel raccontare i fatti, senza mai arrivare all’esasperazione o alla spettacolarizzazione di un evento, come purtroppo accade ormai da troppo tempo, per colpa anche di una società malata di egocentrismo.

Ma Papa Francesco sta tracciando una nuova strada nel mondo della comunicazione, sicuramente più diretta e che pone in primo piano le fasce più deboli.

“Papa Francesco arriva all’essenzialità”, ha spiegato Lorena Bianchetti, “ma trovo un filo conduttore anche con gli altri pontificati nell’attenzione alle persone, soprattutto alle fasce più deboli, ai poveri. I poveri sono quelle persone che riescono a far mettere allo specchio la nostra anima. La povertà inoltre è ciò che fa scaturire violenza perché quando non si mangia, si ha lo stomaco vuoto,bianchetti2 si ha la mente meno lucida e quindi penso che parte di questa violenza che sta caratterizzando questa epoca sia anche una conseguenza di tanta indifferenza nei confronti di chi è in difficoltà”.

Lorena Bianchetti nel suo intervento ha poi sottolineato come la vita sia una costante lotta tra il bene e il male, tra il buio e la luce. E riferendosi ai giornalisti ha fatto una riflessione importante: sta a chi opera nel mondo della comunicazione essere dalla parte della luce, quindi della verità, del racconto dei fatti. O sul fronte opposto, in una sorta di silenzio che nuoce però alla verità.