-- HEADER MASTHEAD DESK --
-- HEADER MASTHEAD MOB --

Roseto, la Mostra dei Vini di Montepagano chiude con 13mila presenze FOTO

Ultimo Aggiornamento: sabato, 28 Ottobre 2017 @ 11:28

Roseto. Va in archivio con un bilancio oltremodo positivo la 44° edizione della Mostra dei Vini di Montepagano. Secondo una prima stima degli organizzatori, durante la tre giorni della kermesse, ci sono state tra le 12 mila e le 13 mila presenze, con un vero e proprio boom di visitatori nella serata di sabato 25 luglio, quando le vie dell’antico borgo medioevale sono “rimaste vive” fino alle prime ore del giorno successivo. Soddisfazione è stata espressa dai produttori e dalle cantine, che hanno avuto un boom di visitatori, con tantissimi stranieri, e da tutti gli espositori che hanno apprezzato le novità messe in campo, per questa edizione, dall’Amministrazione comunale e dagli organizzatori.

“E’ stata veramente una grandissima edizione per la Mostra dei Vini di Montepagano che ha fatto registrare un indiscutibile successo di pubblico, come testimoniano i numeri, e di critica, visto che scambiando due chiacchiere ieri sera con i partecipanti abbiamo registrato solo commenti entusiastici con alcuni che già chiedevano lumi sulla prossima edizione, confermandoci la propria presenza” sottolinea, soddisfatto, il primo cittadino di Roseto degli Abruzzi, Enio Pavone. “Vedere l’antico borgo medioevale così vivo e pieno di gente mi ha riportato alla mente i ricordi della mia giovinezza e delle tante iniziative di successo che si organizzavano a Montepagano negli anni settanta. Ci teniamo a ringraziare i partner che hanno reso possibile questo successo, come la Fondazione Tercas e il BIM Teramo, l’Associazione “RosaEventi” ed il suo presidente, Emilio Di Febo, per l’eccellente lavoro svolto, il Consorzio di Tutela del Montepulciano Docg “Colline Teramane” e tutte le cantine presenti, i vari ospiti delle serate e ovviamente i cittadini di Montepagano che, come sempre, hanno accolto al meglio i numerosissimi visitatori”.Montepagano serata finale2

Quest’anno poi il Sindaco Pavone e la sua Amministrazione hanno voluto “chiudere simbolicamente” la Mostra salutando tutti i partecipanti e ringraziando, sul palco, chi ha reso possibile l’evento. “Dopo anni di duro lavoro raccogliamo i frutti del restyling messo in atto per riportare la Mostra dei Vini nel posto che merita: ovvero tra le eccellenze vinicole, turistiche e culturali dell’estate abruzzese” dichiara il Vice-Sindaco ed Assessore alla Cultura, Maristella Urbini. “Questa edizione ci ha permesso di raggiungere il perfetto equilibrio tra la qualità dell’evento, con grandi vini, cene di qualità, arte e buona musica, ed il giusto desiderio di festa e divertimento che anima tanti. Il risultato che ne è venuto fuori, avvalorato dai numeri e dai giudizi positivi, è il degno coronamento di un percorso lungo e difficile, ma sul quale la nostra Amministrazione ha puntato sin dal suo insediamento”.

ABRUZZO CIVICO: ‘MOSTRA DEI VINI MONTEPAGANO, UN EVENTO CHE FATICA A RITROVARE QUALITA’ E CONSENSO’

La Mostra dei Vini di Montepagano chiude la 44esima edizione in disperata attesa di un nuovo governo cittadino e di una nuova organizzazione che le restituisca l’importanza storica maturata nei decenni. “In linea con l’abitudine ad esultare ed esaltare la mediocrità dei propri risultati, il Sindaco Pavone parla di oltre dieci mila presenze. Onestamente, per chi ha davvero vissuto i giorni della manifestazione, sorprende leggere tali parole, lontane un abisso dalla verità vissuta, così ridicole da spingersi oltre i limiti della fantasia e dell’immaginazione. ”

Per il Coordinamento di Abruzzo Civico , membro della coalizione #amoroseto e per suoi rappresentanti nella frazione “pur prendendo atto della riduzione delle risorse finanziarie (la precedente organizzazione pre-pavoniana disponeva in effetti di budget considerevoli) e dell’impegno dell’Assessore alla Cultura Maristella Urbini, vulcano di idee ma limitata nella realizzazione dalla sua stessa maggioranza, la promozione dell’evento e la sua organizzazione non si sono rivelate adeguate già dal 2011, portandolo a diventare a tutti gli effetti una pura sagra con stand “industriali” a scapito delle presenze e dell’economia estiva delle piccole attività locali. Alla base di questo costante insuccesso la poca sinergia col territorio (che invece dovrebbe rappresentare un aspetto fondamentale in manifestazioni che fanno del borgo medioevale il loro valore aggiunto) dovuta a scelte puramente politiche e l’incapacità di evolversi verso tecnologie smart, più vicine ai giovani e ai turisti, soprattutto quelli stranieri. Tralasciamo poi, per non scendere nella volgarità, presunti insulti che qualcuno dello staff pare abbia rivolto addirittura ai cittadini paganesi…”

Che se ne dica, comunque, un flop che dura da quattro anni nonostante i sogni di gloria “pavoniani”.

“La ricetta di Abruzzo Civico e #amoroseto per restituire qualità e quantità all’evento di punta dell’estate rosetana? ” conclude il coordinamento “Lo svolgimento ad Agosto e un cuore pulsante giovane e paganese, conditi di tecnologia, tanta musica diffusa, real marketing e cibo di qualità per tutti e non per pochi.”

Pd: ‘Una mostra sotto tono e di bassa qualità’

Il Partito Democratico di Roseto rimane, ancora una volta, “stupito dall’incompetenza di questa Amministrazione, che dopo quattro anni continua senza sentir ragione nella svendita di questa importante manifestazione affidandola a persone non del luogo. A differenza di quello che vogliono far credere, per il quarto anno consecutivo l’organizzazione della mostra non è stata affidata ad associazione del luogo ma ad amici che di fatto non hanno nessun intenzione di valorizzare l’evento e il borgo antico ma hanno come unico interesse il tornaconto personale ed elettorale. Un organizzazione scellerate, cantine che non perdevano occasione di lamentarsi per la pochissima organizzazione, convocazione per le stesse arrivate due giorni prima dell’inaugurazione, il paese sporco perché nessuno si è interessato nei giorni successivi di mandare dei mezzi per pulire le strade del paese. Crediamo sia giunto il momento di mettere un freno a questa situazione. La giunta Pavone ha raggiunto un altro triste primato, quello che il centrosinistra ha sempre cercato di evitare ed evitato: trasformare cioè la mostra dei vini di Montepagano da evento di carattere ed importanza regionale a triste sagra di paese”.
Per i democratici “Il prossimo anno, con il centrosinistra di nuovo alla guida della città, siamo certi che la mostra dei vini tornerà ad essere un evento nel quale la cultura del vino sia il cardine attorno al quale far ruotare iniziative anche di carattere culinario legate al territorio per rendere Montepagano la vetrina delle eccellenze abruzzesi ed i paganesi i custodi delle tradizioni della nostra terra”.

ARRIVANO QUATTRO “INFO POINT” PER ACCOGLIERE I TURISTI SU TUTTO IL TERRITORIO ROSETANO

Partirà ufficialmente sabato 1 agosto per proseguire poi durante tutto il mese, in maniera sperimentale, il servizio di “Info Point Turistico” realizzato dal Comune di Roseto degli Abruzzi in collaborazione con l’Istituto statale d’Istruzione superiore “Vincenzo Moretti” e con il locale Ufficio di Informazione e Accoglienza turistica (I.A.T.) della Regione Abruzzo.

Info Point turisticiCome illustrato stamane all’ufficio I.A.T. di piazza della Libertà si aggiungeranno per il momento quattro i punti informativi presenti su tutto il territorio rosetano (in Piazza Olimpia, nei pressi del Palazzetto dello Sport; sul Lungomare Celommi, dinanzi al Lido “La Lucciola”; all’inizio di viale Makarska e a Cologna Spiaggia) e avranno il compito di “intercettare” i turisti in arrivo a Roseto degli Abruzzi e fornire loro prima accoglienza, dare notizie utili e materiale informativo su storia, iniziative e quant’altro concerne il territorio. All’interno di questi “gazebo” ruoteranno, lungo tutta la giornata, una ventina di studenti dell’I.i.s. “Moretti” di Roseto degli Abruzzi che, grazie alla convenzione stipulata tra il Comune e la scuola per il progetto di alternanza scuola lavoro, potranno acquisire esperienza sul campo e crediti formativi per il proprio percorso di studi. Un ulteriore punto informativo sarà poi predisposto all’interno del Municipio, in piazza della Repubblica.

“Si tratta di un progetto molto valido che ci permetterà di offrire, lungo tutto il mese di agosto, un supporto importante ai turisti che arrivano nella nostra città che avranno così la possibilità di scoprire il territorio e conoscere quanto l’estate rosetana ha loro da offrire” sottolinea il Sindaco di Roseto degli Abruzzi, Enio Pavone.

Per agevolare i turisti, lungo tutto il territorio verrà sistemata un’apposita segnaletica che indicherà l’ubicazione dei vari “Info Point” e dell’ufficio dello I.A.T.. “Il progetto è nato dalla collaborazione con la Regione Abruzzo e con il “Moretti”, con il quale abbiamo da poco firmato una convenzione ed iniziato a sviluppare una serie di sinergie per la promozione turistica del territorio” conferma il Consigliere delegato al turismo, Antonio Norante. “Oltre a fare esperienza sul campo e a fornire un valido supporto ai turisti gli studenti potranno maturare crediti formativi e avranno a disposizione cinque tutor molto qualificati: i docenti dell’Istituto Patrizia Di Filippo e Liberata Tritelli, l’ex Presidente dell’Associazione Albergatori, Vincenzo Casolani, il Presidente dell’Associazione “Roseto Eventi”, Ilaria Cimorosi, e l’ex responsabile dell’ufficio cultura e turismo del Comune, Mario Giunco. Al momento partiamo, in forma sperimentale, con questo progetto: l’obiettivo però è di migliorarlo nei prossimi mesi allargando il ventaglio dei servizi offerti”.

SEGUICI SUI SOCIAL

111,756FansLike
1,569FollowersFollow
5,932FollowersFollow
2,698SubscribersSubscribe
-- FINE ART -

ALTRI ARTICOLI SIMILI

Latest articles

NEWS DALLA TUA CITTA'

Notizie Correlate