-- HEADER MASTHEAD DESK --
-- HEADER MASTHEAD MOB --

Treni cancellati senza neve: la protesta del comitato pendolari Teramo-Pescara

Ultimo Aggiornamento: venerdì, 1 Febbraio 2019 @ 18:44

“Nella giornata di giovedì 3 gennaio migliaia di pendolari abruzzesi si sono trovati di fronte ad una situazione paradossale: decine di treni regionali cancellati senza che ci fosse il benché minimo accumulo di neve.”

 

E’ la denuncia che arriva dal Comitato pendolari della linea Teramo-Pescara che attacca duramente le scelte operate dal Gruppo FS italiane a seguito al bollettino meteo emanato dalla protezione civile e che ha portato alla soppressione di oltre 60 treni regionali o interregionali tra quelli di Trenitalia e quelli di Tua S.p.a..

 

“Il paradosso” – spiegano dal Comitato – “è che nella giornata di giovedì mattina sulla costa abruzzese splendeva il sole e in stazioni come Lanciano o Teramo non c’era alcun accumulo significativo di neve tale da giustificare scelte così drastiche. Capiamo che la situazione meteorologica sia in continuo divenire e che si prevedano forti nevicate a partire dalla serata di giovedì fino a tutto venerdì, ma riteniamo che decisioni così forti che influiscono sulla vita e sugli spostamenti di migliaia di lavoratori, non possano essere prese con tale superficialità. Sembra di assistere – prosegue il Comitato – ad un pilatesco scarico di responsabilità che alla fine va a colpire l’anello più debole della catena, i pendolari appunto. Uno scarico di responsabilità che indirettamente danneggia tutto il sistema produttivo regionale, dato che per molti di noi nella giornata di ieri è stato impossibile recarsi al lavoro se non con l’autovettura. Tra l’altro contribuendo in questo modo ad intasare ulteriormente il già precario sistema stradale abruzzese.”

 

“Ci auguriamo” – conclude il comunicato – “che per le prossime eventuali emergenze neve le decisioni in merito a soppressioni di treni regionali siano prese solo dopo una verifica attenta, puntuale e tempestiva delle reali condizioni meteorologiche, assumendosi anche quelle responsabilità da cui oggi in troppi sembrano voler fuggire.”

 

SEGUICI SUI SOCIAL

111,756FansLike
1,569FollowersFollow
5,932FollowersFollow
2,698SubscribersSubscribe
-- FINE ART -

ALTRI ARTICOLI SIMILI

Latest articles

NEWS DALLA TUA CITTA'

Notizie Correlate