Tortoreto, ombrelloni e sdraio lasciati sulle spiagge libere: controlli e sequestri FOTO

Tortoreto. All’alba scattano controlli e sequestri di ombrelloni e sdraio lasciati sulle spiagge libere.

 

Questa mattina il personale della guardia costiera di Tortoreto, in collaborazione con gli agenti della polizia locale, hanno effettuato una vera e propria ricognizione delle spiagge libere, nell’epoca covid, per rimuovere tutte le attrezzature abbandonate dopo il tramonto. In 14 dei 20 tratti di spiagge libere presenti sul litorale di Tortoreto sono stati rimossi e sequestrati 118 ombrelloni e 66 tra sdraio, lettini e sedie lasciati sull’arenile.

Complessivamente, sono stati liberati e restituiti alla libera fruizione di circa 3mila metri quadrati di spiagge libere a Tortoreto. Aree che per l’emergenza covid sono state appositamente allestite con misure di distanziamento.

L’attività rientra nella più ampia operazione “Mare Sicuro”, condotta dalla Guardia Costiera a livello nazionale luglio gli 8.000 km di coste del paese e mirata a garantire una cornice di sicurezza e legalità alle attività balneari, e si ricongiunge – nel caso di specie – a quella analoga eseguita lo scorso 10 luglio nelle spiagge libere del Comune di Alba Adriatica, cui è scaturito il sequestro di circa 50 ulteriori attrezzature da mare.

“Tali controlli”, commenta il sindaco Domenico Piccioni, ” avranno una cadenza settimanale nel rispetto di quelle che sono le ordinanze in materia e le misure di contenimento applicate sulle spiagge libere”.