Tortoreto, la piazza di Salino: mai completata e piena di insidie VIDEO

La piazza continua ad essere dimenticata e a distanza di tempo sono necessari interventi di sistemazione. Così come urge, forse in maniera prioritaria, la messa in sicurezza del campo polivalente, pieno di insidie e pericoli.

 

Prendono una posizione chiara i referenti del Comitato Salino ’92 e il consigliere comunale di Obiettivo Tortoreto, Domenico Di Matteo, che lanciano un appello (per il comitato la cosa era stata evidenziata già lo scorso anno durante la fase commissariale) alla giunta Piccioni di intervenire e anche in maniera rapida.

La piazza è quella di Madonna di Fatima, punto aggregativo importante della popolosa frazione di Tortoreto e punto di ritrovo anche che i bambini della zona, per la presenza di un campo da caletto, di basket e di uno spazio dove poter giocare.

Circa dieci anni fa, furono stanziati dei fondi per riqualificare la piazza, ma le opere non sono mai state completate. Le infiltrazioni d’acqua hanno impedito nella sostanza di completare il rivestimento della piazza sul versante ovest. Poi c’è a questione delle luci “a pavimento” rubate un paio di anni fa e mai sistemate. I bagni, terra di conquista per i vandali (chiusi per questo motivo), e il campo polivalente, tra illuminazione non a norma e altri problemi ben visibili. La richiesta di un rapido intervento è stata sottolineata, come detto, dal Comitato Salino ’92, dal presidente Jean Philippe Di Giovanni e dal vice Giuseppe Pelliccioni.

” Condivido appieno la presa di posizione del Comitato”, argomenta Domenico Di Matteo, ” che ricorda i passi compiuti durante la sua gestione amministrativa. ” Furono stanziati dei fondi, ma le opere nelle amministrazioni successive non sono state mai completate. Lancio un appello al sindaco Domenico Piccioni e all’assessore ai lavori pubblici Arianna Del Sordo. Ossia quello di inserire nel piano triennale delle opere pubbliche il completamente di piazza Madonna di Fatima, per ridare decoro allo spazio pubblico, che poi è il punto aggregativo della frazione”.

Altro aspetto, quello della messa in sicurezza del campo polivalente. ” Qui”, aggiunge, ” l’intervento deve essere immediato. Ci sono rischi e pericoli potenziali per i bambini che lo frequentano e bisogna studiare soluzioni tampone per evitare problemi, che potrebbero essere gravi”.