Tortoreto, il parcheggio a pagamento con il divieto di sosta: il caso

Tortoreto. I segnali di sosta vietata, con relativa rimozione, sono stati sistemati lo scorso 29 giugno.

 

Ma ad oggi, le strisce blu ancora sono da ravvivare nella loro colorazione. Risultato? L’ampio parcheggio fronte mare (piazza Nassiriya) è off-limits per le auto, ma dal 1 luglio lo stesso spazio è a pagamento, ma nessuno ci sosta per paura di multe e rimozioni. Ad evidenziare l’anomalia, che considerando l’arrivo del fine settimana non sarà risolta, è Thea Petrini, consigliere comunale di Obiettivo Tortoreto.

Anche in questo caso, dunque, tempi e modalità di intervento, come il rifacimento della segnaletica, non si è legato ai tempi di partenza delle strisce blu. “ Sono trascorsi alcuni giorni dalla collocazione dei segnali di divieto”, sottolinea la Petrini, “ ma i lavori non sono stati effettuati.

 

Nessuno ovviamente sosta in quegli spazi, ma gli stessi potrebbero assicurare all’Ente di incassare gli introiti della sosta a pagamento. Nessuno si è accorto di questo? Nessuno ha pensato di accelerare gli interventi? Per noi si tratta di un danno per il Comune, visto che nel fine settimana con la presenza sul litorale di diverse persone, il parcheggio stante così la situazione non potrà essere utilizzato, e dunque nemmeno fruttare gli incassi negli stalli a pagamento”.