Tortoreto, gatti avvelenati sempre nella stessa zona: l’ordinanza del sindaco

Tortoreto. Un’indagine da parte della polizia locale per far chiarezza su alcuni gatti avvelenati nel corso degli ultimi mesi a Tortoreto.

 

In una zona particolare, quella che ruota attorno a via Trilussa, dove tutto attorno si sviluppa un quartiere residenziale. Ebbene nel corso delle ultime settimane (tutti episodi certificati e segnalati), si sono registrati degli avvelenamenti di gatti in quella zona. Segnalazioni partite a maggio, poi prosegue con due denunce presentate ai carabinieri nel mese di luglio e infine un esposto dei primi di agosto, in Comune, di un privato cittadino.

 

Inoltre c’è anche il referto di un medico veterinario che parla della possibile somministrazione ad un gatto di metaldeide, il classico composto chimico velenoso usato contro le lumache. Alla luce di tali episodi, il sindaco Domenico Piccioni, nelle ultime ore, ha firmato un’ordinanza che fissa alcuni aspetti in relazione a questa problematica. A partire dall’apertura da parte della polizia locale di un’indagine con le altre autorità, verificare la zona e provvedere, di concerto con l’ufficio manutentivo, di provvedere alla bonifica della zona qualora ci fossero esche avvelenate.

 

Ovviamente c’è anche il divieto preparare e miscelare, e soprattutto abbandonare in maniera impropria, esche e bocconi avvelenati. Verifiche e controlli, ovviamente, saranno estesi all’intero territorio comunale. Inoltre il sindaco chiederà al prefetto di valutare la possibilità di convocare un tavolo tecnico di monitoraggio del fenomeno.