Tortoreto, approvata la manovra di bilancio: più soldi da multe, Bucalossi e strisce blu

Tortoreto. Dai maggiori introiti derivanti dai parcheggi a pagamento (91mila euro), multe (266mila euro) e Bucalossi (53mila euro), l’Ente pianifica interventi sulle strade, sulla segnaletica e per la manifestazioni di Natale e irrobustisce il capitolo per le spese legali.

 

Sono diversi gli spunti che emergono dall’approvazione della variazione di bilancio approvata, a maggioranza, dal consiglio comunale di Tortoreto. In una seduta nella quale non sono mancate stoccate politiche e operative da parte dei gruppi di opposizione (in ordine ad alcuni debiti fuori bilancio e alla legittimità degli impieghi dei fondi), l’esecutivo guidato dal sindaco Domenico Piccioni ha illustrato modi e termini attraverso i quali sarà ripartito una sorta di extra-gettito rispetto alle previsioni originarie.

 

Di sicuro a farla da padrone nelle poste di bilancio sono soprattutto tre entrate superiori rispetto alle previsioni. La risalita degli oneri di urbanizzazione (in risalita rispetto al passato), i 195mila euro incassati dalle strisce blu durante l’estate (in bilancio erano state previsti 100mila euro) e gli incassi contabilizzati dal rosso semaforico fino al 14 ottobre (306mila euro). Per quanto concerne gli impeghi: l’Ente ha deciso di prevedere una serie di interventi per quanto concerne la segnaletica stradale e il miglioramento della sicurezza. Stanziati anche 40mila euro per l’intervento nella zona ovest di via D’Annunzio, via Dante, Petrarca e Tasso. Analoga cifra per interventi di manutenzione nelle strade vicinali e 10mila euro per la manutenzione di alcune piazze.

 

Circa 25mila euro saranno destinati alle manifestazioni e agli eventi di Natale, e 7mila euro per allestire il centro anziani nel centro storico. Che troverà ospitalità nella vecchia sede della Tercas, locale affidato il comodato gratuito dall’Ente da parte dell’istituto di credito. E’ stato anche rimpinguato anche il capitolo per le spese legali (23mila euro), dato che ha acceso una discussione in aula, anche alla luce di quella che è stata la lievitazione dei contenziosi negli ultimi anni.

Debiti fuori bilancio. Nella seduta consiliare sono stati riconosciuti anche due debiti fuori bilancio. Uno riguarda il risarcimento danni per poco meno di 6mila euro, disposta dal giudice di pace, per una donna che nell’estate del 2018 era inciampata mentre attraversava il lungomare. Ben più articolata, invece, è stata la discussione sull’altro debito da 8300 euro per la vicenda dell’ex custode del cimitero comunale. Che in due gradi di giudizio ha vinto il contenzioso contro il Comune per lo spostamento e il demansionamento delle funzioni. E su questo punto i consiglieri di minoranza hanno pungolato l’esecutivo sul fatto di non aver trovato un accordo e spinto per un ricorso in appello, che ha visto la soccombenza per l’Ente.