Teramo, vertenza Ipersimply: a Roma si parla di ammortizzatori sociali

Apertura sugli ammortizzatori sociali per i lavoratori del supermercato Ipersimply di Piano d’Accio a Teramo.

Come ormai noto, domenica prossima il supermercato chiuderà i battenti, ma è in corso una trattativa con l’azienda Sma-Auchan per andare incontro a 53 lavoratori che da lunedì resteranno senza lavoro.

I dipendenti, nei giorni scorsi, hanno rigettato il piano di trasferimenti proposto dall’azienda senza lo stanziamento di un rimborso per le trasferte ed hanno proclamato due giorni di sciopero per oggi e domani.

Proprio nella giornata odierna, c’è stato un tavolo di confronto tra azienda e Filcams Cgil e Fisascat Cisl agli Starhotels di Roma per fare il punto della situazione. Sul piatto però non c’era solo la crisi dei 53 lavoratori di Teramo, ma quella di tanti altri dipendenti di varie parti d’Italia.

Dal tavolo di confronto, alla presenza anche di Concetta Murri della Rsu, è emersa la possibilità dello stanziamento di ammortizzatori sociali per i 53 dipendenti dell’Ipersimply, aspetto di cui si tornerà a parlare oggi nel nuovo tavolo istituzionale convocato nella sede della Provincia di Teramo.

A Roma oggi c’erano tanti lavoratori del supermercato di Piano d’Accio che sono stati fatti entrare. Gli stessi che oggi manifesteranno nel sit-in di protesta indetto giorni fa.