Teramo, una cittadina denuncia la gestione dei rifiuti della scuola Noè Lucidi FOTO

Ultimo Aggiornamento: martedì, 17 Dicembre 2019 @ 16:56

In una lettera la cittadina teramana Liana Lisciani Petrini segnala la pessima gestione dei rifiuti della scuola Noè Lucidi nella via omonima e di fronte alla sua casa.

 

Le ragioni della segnalazione sono nel mancato rispetto del regolamento della raccolta differenziata e della indiretta creazione di un centro di raccolta rifiuti: “La scuola espone ben nove bidoni della spazzatura sull’omonima via pubblica occupandone lo spazio e senza rispettare il regolamento della raccolta differenziata ed il divieto di esposizione permanente di tali contenitori. Di fatto è sorto un centro di raccolta dei rifiuti dove numerosi cittadini teramani vengono, di giorno e di notte, a disfarsi di qualunque tipo di immondizia con intuibili conseguenze di ordine igienico e sanitario”.

Ha concluso: “Ho ripetutamente segnalato tale situazione, per iscritto e verbalmente, sia ai funzionari della Team che ai nostri amministratori comunali – Sindaco, vice Sindaco, vigile ecologico, dirigente preposto all’osservanza del decoro della città – che, pur riconoscendo le mie buone ragioni non hanno assunto alcun provvedimento. Le foto che allego, documentano uno spettacolo indecente, riscontrabile peraltro in tante strade del centro storico, che fa male alla vista, all’olfatto ma soprattutto al cuore di chi vede la propria città sempre più sporca e trascurata”.