Teramo, sindacati in mobilitazione per il lavoro FOTO

Dopo l’iniziativa nazionale del 29 luglio scorso in piazza Santi Apostoli a Roma, “La Notte per il Lavoro”, Cgil, Cisl e Uil hanno deciso di continuare lo stato di mobilitazione con iniziative regionali perché non ci sono state ancora risposte concrete da parte del Governo.

Così questa mattina le sigle sindacali si sono ritrovati a Teramo in piazza Martiri per manifestare.

“Nel Decreto Agosto ci sono pochissime luci e molte ombre, cui va aggiunto il mancato rinnovo dei contratti pubblici e privati, per oltre 10 milioni di lavoratori con chiare responsabilità delle nostre controparti. La proroga degli ammortizzatori e del blocco dei licenziamenti che abbiamo voluto fortemente non produrranno gli effetti desiderati se il Paese non sarà in grado di ripartire attraverso una progettualità e una visione che concentri la propria azione sul lavoro, sulla persona e di conseguenza sulle necessarie riforme a partire da quella fiscale – dicono i tre segretari – Il tutto aggravato da una ripartenza del sistema scolastico, perno centrale della comunità sociale, caratterizzata da una inammissibile confusione normativa, da un deficit occupazionale e da carenze strutturali dovute anche alla negazione di un confronto con le organizzazioni sindacali che sicuramente avrebbe aiutato la ricerca di soluzioni adeguate”.

All’iniziativa hanno partecipato le Segreterie Regionali Confederali e territoriali CGIL, CISL e UIL Abruzzo e di tutte le Federazioni di Categoria regionali e territoriali abruzzesi.